English version | Cerca nel sito:

Charles Taylor condannato a 50 anni di prigione

L'ex presidente della Liberia colpevole di crimini di guerra e contro l'umanità

Il Tribunale speciale per la Sierra Leone ha riconosciuto colpevole l'ex presidente liberiano Charles Taylor di crimini di guerra e contro l'umanità.  Per questo è stato condannato a 50 anni di carcere all'Aja.

Taylor era stato riconosciuto colpevole di 11 capi di imputazione per aiuto e favoreggiamento dei ribelli durante la guerra terminata nel 2002 e che ha provocato la morte di oltre 50mila persone. Si tratta del primo ex Capo di stato condannato da una Corte penale internazionale per crimini di guerra dalla Seconda guerra mondiale.


L'accusa aveva chiesto una condanna a 80 anni di reclusione.


30 maggio 2012

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Il libro

A casa nostra. Cronaca da Riace

Lelio Bonaccorso, Marco Rizzo

Multimedia

Milano - Auschwitz

sesta puntata de "Il rumore della memoria"

La storia

Don Pino Puglisi

il prete con i pantaloni, che denunciò la mafia