English version | Cerca nel sito:

Costa d'Avorio, arrestato Laurent Gbagbo

Obama: "È una vittoria per la democrazia"

Il presidente uscente della Costa D'Avorio, Laurent Gbagbo, barricato da giorni nel suo palazzo-bunker di Abidjan, è stato arrestato insieme alla moglie.
Alassane Ouattara, il Capo dello Stato riconosciuto dalla Comunità internazionale, ha annunciato in televisione l'apertura di una procedura giudiziaria contro Laurent Gbagbo. Nel frattempo, ha aggiunto, sono state prese tutte le disposizioni per garantire l'integrità fisica dell'ex presidente e di sua moglie.

A New York, il Consiglio di Sicurezza dell'Onu si e' riunito per esaminare gli ultimi sviluppi in Costa d'Avorio. Il Presidente USA ha definito l'arresto "una vittoria per la democrazia".



Le elezioni presidenziali del 23 novembre 2010

Gbagbo, presidente per dieci anni, è entrato in conflitto con Alassane Ouattara dopo le elezioni presidenziali dello scorso 23 novembre, delle quali entrambi sono stati dichiarati vincitori: Ouattara da una Commissione elettorale indipendente, che gli assegnò la vittoria col 51% dei voti, Gbagbo dal Consiglio costituzionale, che ha l'ultima parola in materia, che ha successivamente rovesciato il verdetto della Commissione elettorale.

Laurent Gbagbo, ha quindi deciso di rimanere al potere. La comunità internazionale ha riconosciuto la vittoria di Ouattara, che si è inizialmente rinchiuso nel Golf Hotel di Abidjan, protetto da 800 Caschi blu Onu. Ouattara ha anche nominato primo ministro Guillame Soro, capo dell’ex gruppo ribelle Forze Nuove. La Costa d’Avorio è stata sospesa dall’Unità Africana, che ha avviato una mediazione affidata a diversi presidenti africani, offrendo a Gbagbo un’aministia in cambio della sua uscita di scena. l’Unione Europea ha varato sanzioni nei suoi confronti.

La violenza nel Paese

Le sanzioni internazionali e il blocco delle esportazioni di cacao hanno messo in ginocchio il Paese, vi è stato un crescendo di violenze fra i due campi e un milione di profughi ha lasciato la Costa d’Avorio. Infine lo scontro è diventato anche militare con gli ex ribelli di Forze Nuove schierati con Ouattara che hanno progressivamente assunto il controllo delle principali città.

Gbagbo fu eletto nel 2000, in un voto dal quale l’ex primo ministro Ouattara fu escluso per una sua presunta origine straniera, e sopravvisse nel 2002 al colpo di Stato che portò alla guerra civile e alla divisione del paese. Nel 2007 un accordo di pace ha portato all’ingresso al governo dei ribelli settentrionali di Guillame Soro, con i quali si è poi alleato Ouattara. Le elezioni presidenziali, svoltesi in due turni a ottobre e novembre, dovevano completare il processo di pacificazione dopo essere state rimandate sei volte dalla scadenza del mandato di Gbagbo nel 2005.

12 aprile 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Il libro

Giorni di neve, giorni di sole

Fabrizio e Nicola Valsecchi

Multimedia

Invictus

il film di Clint Eastwood sull'apartheid

La storia

Don Francesco Cavazzuti

il prete missionario che ha protetto i contadini in Brasile a rischio della vita