English version | Cerca nel sito:

Il premio "Quadriga" non andrà a Putin

dopo le proteste di Vaclav Havel

Vaclav Havel

Vaclav Havel

Gli organizzatori del premio Quadriga in Germania hanno annunciato che non assegneranno il premio al Primo ministro russo Vladimir Putin, come previsto, per la pioggia di proteste ricevute contro il loro progetto.


Il Premio Quadriga è un riconoscimento che viene attribuito da un'organizzazione no profit tedesca a personaggi che si sono distinte nel campo della vita culturale, politica ed economica. L'effige del premio richiama la porta di Brandeburgo.


Il responsabile del Bundestag per i Diritti Umani, Mark Lening è contrario all'attribuzione dell'onorificenza al leader di un Paese in cui non si rispettano democrazia e libertà di stampa. Dissenso espresso anche da altri Premi Quadriga, l'artista danese, Olafur Eliasson ha riconsegnato il suo premio e l'Ex Presidente Ceco Vaclav  Havel ha minacciato di fare la stessa cosa. 


Sabina Tancevova, segretaria dell' ex Presidente, ha dichiarato che secondo lui "il riconoscimento dovrebbe essere attribuito a personaggi dello spessore di Anna Politkovskaya, Sergei Kovalov or Liu Xiaobo - persone che hanno speso la vita per la difesa dei diritti umani, della libertà e per promuovere la democrazia".


(Foto da Wikimedia Commons)

18 luglio 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Il libro

Borderlife

Dorit Rabinyan

La storia

Ricky Richard Anywar

ex bambino-soldato che salva i bambini dalle milizie