English version | Cerca nel sito:

La voce di Tunisi

Lina Ben Mhenni, blogger della Rivolta dei Gelsomini

Lina è un'assistente universitaria di 27 anni, che ha avuto il coraggio di documentare la rivolta in Tunisia attraverso il Suo sito internet.

Il blog che cura, A Tunisian Girl, è stato uno delle principali fonti di informazioni per i giornalisti. Lina racconta: Inizialmente "mi occupavo di cultura, arte, letteratura. Ma nel 2008, quando sono apparse le prime avvisaglie di un malesserre serpeggiante nel Paese con proteste, scontri e arresti ho deciso di occuparmi di diritti umani, di libertà di parola, di diritti delle donne e degli studenti".

Il suo blog è stato oscurato, vittima della censura. La sua casa è stata perquisita e ha subito il sequestro di computer e dvd. Lina racconta: "Quando vedi i corpi senza vita di giovani che hanno la tua età ti dimentichi qualsiasi cosa e non pensi più alla tua sicurezza. Vuoi solo fare di tutto per fermare il massacro".

26 aprile 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

La vita con i ribelli siriani

immagini esclusive da Damasco del reporter M. Van Dyke

La storia

Akbar Ganji

il giornalista simbolo della dissidenza al regime degli ayatollah