English version | Cerca nel sito:

Messico, uccisa la poetessa Susana Chavez

era un'attivista per i diritti delle donne

È stata trovata morta , con una mano mozzata e la testa avvolta in una borsa nera la poetessa Susana Chavez, che negli ultimi anni si era battuta contro la strage di donne avvenuta a Ciudad Juarez.

In questa città sono state uccise più di 350 donne e Susana Chavez aveva coniato l'espressione "nemmeno una morta in più" per cercare di arginare la strage. I tre presunti assassini, ragazzi di 17 anni, sono stati arrestati. 

Con la morte di Susana Chavez salgono a 13 i militanti uccisi a Ciudad Juarez dal 2009. Amnesty International ha chiesto un'indagine sull'assassinio.

13 gennaio 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Fermare l'hate speech. Una conversazione con Adama Dieng

prima dei crimini d'odio ci sono le parole d'odio

La storia

John Rabe

Il nazista che salvò i cinesi a Nanchino