English version | Cerca nel sito:

Premio Sakharov alla Primavera araba

assegnato il riconoscimento del Parlamento Europeo

Il prestigioso premio Sakharov è stato assegnato per il 2011 alle figure che hanno animato le proteste nel mondo arabo. Si tratta in particolare di Mohammed Bouazizi, l'ambulante che si diede fuoco all'inizio delle agitazioni tunisine, della giovane attivista egiziana Asma Mahfouz, del dissidente libico Ahmed al-Zubair Ahmed al-Senoussi e della giornalista siriana Razan Zeitouneh, che ha denunciato le violenze di Assad anche mentre i suoi miliziani le torturavano i parenti per zittirla. Infine è stato premiato il vignettista di Damasco Ali Farzat, picchiato dalla polizia per aver sostenuto le ragioni dei dissidenti attraverso un sito Internet. 

Il Presidente del Parlamento europeo, il polacco Jerzy Buzek, ha ricordato lo stretto nesso tra diritti umani e libertà di espressione e sottolineato l'intento dell'istituzione comunitaria di rafforzare la lotta contro i regimi dittatoriali arabi, particolarmente quella delle donne che quest'anno sono già state le destinatarie del Premio Nobel per la Pace.  

27 ottobre 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

La storia

Massoud Benhoud

Il giornalista perseguitato per la sua voglia di verità