English version | Cerca nel sito:

Sudan, un Paese o due?

raggiunto il quorum del 60%

Si vota in Sudan del sud per la secessione dal resto del Paese. La regione, abitata da cristiani e fedeli delle religioni africane a differenza del nord musulmano, potrebbe diventare lo Stato più giovane del mondo. 

Il voto, valido con un quorum di 60%, era previsto dagli accordi del 2005 per porre fine al ventennale conflitto nord-sud, che ha visto violazioni dei diritti umani particolarmente gravi soprattutto nella regione denominata Darfur. In seguito a questa crisi il Presidente sudanese Omar al-Bashir è stato imputato di crimini di guerra e crimini contro l'umanità dal Tribunale Penale Internazionale con sede a L'Aja.

I risultati si conosceranno il 6 febbraio o il 14 se ci saranno contestazioni. In previsione di una vittoria, i sostenitori della secessione hanno già deciso bandiera e inno del nuovo Stato, ma il nome resta ancora incerto. 

Secondo alcuni osservatori il nord potrebbe conoscere un inasprimento della Sharia se il sud si separasse. Altri, tra cui l'ex presidente statunitense Jimmy Carter che partecipa al monitoraggio del voto, sostengono che sui pericoli, esemplificati dall'attacco a un convoglio di elettori di ritorno dalle urne, potrebbe prevalere "la grande volontà di pace" di tutto un popolo. 

13 gennaio 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Girls, not brides

Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze

La storia

Fannie Lou Hamer

Attivista per i diritti civili e politici dei neri