English version | Cerca nel sito:

Tutte al volante il 17 giugno!

protesta delle donne saudite

Il mese scorso un gruppo di donne saudite ha lanciato su Facebook la campagna Women2drive per richiedere il diritto di guidare e indire una manifestazione dove tutte le donne sono invitate a mettersi al volante per il 17 giugno.

L'Arabia Saudita è l'unico Paese al mondo dove vige il divieto di guida per le donne e uno degli Stati dove il genere femminile, secondo un rapporto recente di Freedom House, è più oppresso. Una delle organizzatrici della protesta, Manal al Sharif, ha già trascorso più di una settimana in carcere per aver sfidato il divieto di condurre l'automobile.

Non si sa se le autorità tollereranno la guida delle donne soprattutto di venerdì, festa da santificare per l'Islam. Di certo c'è che le donne saudite hanno cercato di sensibilizzare tutto il mondo occidentale alla loro causa inviando lettere aperte sia al Segretario di Stato USA Hillary Clinton, sia all'Alto rappresentante per la politica estera dell'Unione Europea Catherine Ashton. Chissà se la Primavera araba vedrà protagoniste anche le donne. 

(Disegno di Gianluca Costantini)

16 giugno 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Genocidi e crimini contro l'Umanità

la negazione del valore dell'individuo

La prima definizione giuridica in materia di persecuzioni di massa risale al 1915 e riguarda il massacro delle popolazioni armene da parte dei turchi, cui seguono i processi delle Corti marziali a carico dei responsabili. Nel Trattato di Sèvres del 1920 le Grandi Potenze usano i termini di crimini contro la civilizzazione e crimini di lesa umanità.
Al termine della seconda guerra mondiale, di fronte alla tragedia della Shoah, il Tribunale Militare del processo di Norimberga contro i gerarchi nazisti stabilisce, in apertura, i crimini per i quali la Corte ha competenza...
Il 9 dicembre 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite approva all’unanimità la Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio, considerato il più grave crimine contro l'Umanità.

leggi tutto

Multimedia

Omaggio a padre Popieluszko

in occasione dei funerali

La storia

Lina Attalah

giovane giornalista indipendente egiziana, cofondatrice del giornale Mada Masr