English version | Cerca nel sito:

Fondamentalismo e terrorismo

"Donne islamiche contro la sottomissione"

Sul Foglio del 5 aprile 2016, Sergio Cau illustra il progetto per l'emancipazione femminile fondato da Sara Khan, una ragazza inglese di origine pakistana che rifiuta di portare il velo e combatte i predicatori dell'Islam radicale. 


Riporteremo la vita a Palmira

Editoriale di Maamoun Abdulkarim, direttore delle Antichità e dei Musei di Damasco

Palmira, la perla del deserto, ospita le rovine di una grande città. La sua arte e architettura tra il primo secolo a.C. e il terzo secolo D.C. mescolava tecniche greche e romane, tradizioni locali e influenze persiane.

Palmira, o


Kenya: onore al musulmano che difese i cristiani

Un premio per il coraggio a Salah Farah, il musulmano keniota che durante un attacco terroristico di al-Shabaab a un autobus aveva protetto i passeggeri cristiani. A Farah, poi deceduto per le ferite subite nell'attentato, il Presidente Uhuru Kenyatta ha conferito una delle massime onorificenze del paese africano, l'Order Of The Grand Warrior.


Perché gli USA non intervengono in Siria?

Il Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente (CIPMO), diretto da Janiki Cingoli, presenta, nella sua consueta Rassegna Stampa, un articolo del Washington Post che fa il punto su una questione molto sentita: le ragioni del mancato intervento USA nel conflitto siriano, dove si percepisce un rischio di genocidio


Il terrorismo colpisce Bruxelles

“Gariwo si associa al cordoglio per le vittime degli attentati che questa mattina hanno colpito Bruxelles, città simbolo dell’Europa e dei nostri valori". Le parole di Gabriele Nissim.


​Terrorismo e rabbia narcisistica

I drammatici avvenimenti legati al terrorismo islamista hanno suscitato molti interventi.. Su di un punto sembra esservi una concordanza di opinioni: il terrorismo sarebbe abitato e alimentato da una mancanza, un "vuoto" interiore. Di Bianca Gallo


Fondamentalismo e terrorismo

ideologia e violenza contro i diritti umani

La primavera araba del 2011 nel Magreb e le manifestazioni antigovernative in Iran e poi in Siria, Yemen, Bahrein e altri Paesi mediorentali, duramente represse nel sangue, hanno segnato la sconfitta politica del movimento qaedista facente capo a Osama Bin Laden, nel frattempo rintracciato in Pakistan e ucciso nell'assalto delle forze speciali Usa al suo nascondiglio. 
L'11 settembre 2001 aveva segnato una svolta profonda nei rapporti tra Occidente e Islam, basata su un aggravamento della diffidenza nella percezione reciproca.

leggi tutto

La storia

Salah Farah

poteva salvarsi dichiarandosi musulmano ma ha preferito proteggere i cristiani durante un attacco terroristico in Kenya