English version | Cerca nel sito:

Un nuovo assedio a Parigi

Prese in ostaggio cinque persone in un negozio kosher

La polizia sul luogo della sparatoria

La polizia sul luogo della sparatoria

Mentre sono stati uccisi a Dammartin-en Goele i due fratelli Kouachi, sospettati per il massacro nella redazione di Charlie Hebdo, Parigi è scossa da un altro episodio di violenza.

Un uomo armato ha infatti preso in ostaggio cinque persone in un negozio kosher vicino alla stazione di Porte de Vincennes. Sul luogo è avvenuta una sparatoria, che ha causato quattro vittime.

Le autorità stanno cercando di identificare i responsabili di questo secondo attacco; si tratterebbe di Amedy Coulibaly, già noto alle forze dell'ordine e coinvolto nella sparatoria dell’8 gennaio a Montrouge - che si è conclusa con la morte di un'agente di polizia -, e Hayat Boumeddiene. Non è chiaro se siano entrambi presenti sul luogo dell'aggressione.

Intorno alle 17 è iniziato il blitz della polizia nella fabbrica di Dammartin-en Goele, durante il quale sono morti i due attentatori.Pochi minuti dopo si sono udite quattro forti esplosioni a Porte de Vincennes, e sembra che alcuni ostaggi siano stati liberati e che il killer sia rimasto ucciso.

12 gennaio 2015

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Il mondo arabo per Charlie Hebdo

le vignette di solidarietà dopo l'attentato

Fondamentalismo e terrorismo

ideologia e violenza contro i diritti umani

La primavera araba del 2011 nel Magreb e le manifestazioni antigovernative in Iran e poi in Siria, Yemen, Bahrein e altri Paesi mediorentali, duramente represse nel sangue, hanno segnato la sconfitta politica del movimento qaedista facente capo a Osama Bin Laden, nel frattempo rintracciato in Pakistan e ucciso nell'assalto delle forze speciali Usa al suo nascondiglio. 
L'11 settembre 2001 aveva segnato una svolta profonda nei rapporti tra Occidente e Islam, basata su un aggravamento della diffidenza nella percezione reciproca.

leggi tutto