English version | Cerca nel sito:

Genocidio armeni

I Giusti armeni al Giardino di Milano

Molte sono le figure di Giusti che si sono opposti al Metz Yeghern - il Grande male, genocidio degli armeni che ha avuto inizio 100 anni fa.


Nuova sede per la Hrant Dink Foundation

In coincidenza con il 100esimo anniversario del genocidio armeno la Hrant Dink Foundation ha inaugurato una nuova sede a Istanbul, che darà risalto all'eredità culturale del popolo armeno. Il centro ospita anche la redazione del settimanale Agos, fondato e diretto dal giornalista turco-armeno Hrant Dink, ucciso nel 2007.


Cento anni dal genocidio armeno

Hitler aveva avvertito: "Chi parla ancora oggi dell'annientamento degli armeni?". A cento anni esatti dal genocidio degli armeni, possiamo rispondere: oggi sono pochi a parlarne, a scriverne, a ricordarsi di quell'immane carneficina. Di Niccolò Rinaldi


Armin T. Wegner, una 'buona luce' per l'Armenia

Relazione di Michele Wegner, figlio del Giusto fra le nazioni Armin T. Wegner, per il convegno La Storia & le Storie: narrazioni e testimonianze del genocidio armeno tenutosi il 26 marzo per commemorare il centenario del Metz Yeghern. Il 21 aprile uscirà La lettera a Hitler, il libro di Gabriele Nissim dedicato al Giusto per gli armeni e per gli ebrei. 

 


Il Genocidio armeno durante la Grande Guerra

Il genocidio degli armeni dell'Impero Ottomano nella Grande Guerra (1915-2015): questo il titolo della conferenza internazionale che si terrà a Parigi al Mémorial de la Shoah   tra il 25 e il 28 marzo, dalle 10 alle 18.


Il ricordo del genocidio armeno

A cento anni dal Metz Yeghern, il "Grande Male" che colpì il popolo armeno, numerose città ricordano con mostre, incontri, letture e convegni il genocidio compiuto dai Giovani Turchi.


Metz Yeghern

il genocidio degli armeni

Nel quadro del primo conflitto mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Con esso il governo "dei Giovani Turchi", che ha preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal VII secolo a.C.
Nella memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, all’incirca 1.500.000 persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 sono stati preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo "dei Giovani Turchi".

leggi tutto

La storia

Orhan Pamuk

premio Nobel, ha raccontato gli scontri ed i legami tra le diverse culture