English version | Cerca nel sito:

Genocidio armeni

Noi facciamo un sogno, insieme

Riportiamo il testo di un manifesto, sottoscritto da personalità armene e turche, in vista del 2015, centesimo anniversario del genocidio. Nell'appello, redatto tra gli altri dal francese Gerard Malkassian, si auspica un futuro di riconciliazione e dialogo non solo tra i popoli dei due Paesi, ma anche tra gli Stati stessi.


"Il negazionismo tocca l'identità stessa della Turchia"

Abbiamo chiesto adl Agopik Manoukian, presidente dell'Unione degli Armeni d'Italia, di parlarci della specificità del negazionismo turco, delle dichiarazioni di Erdogan e delle speranze di un futuro riconoscimento alla vigilia del 2015, centesimo anniversario del genocidio armeno.


Negare, minimizzare e giustificare i genocidi

Editoriale di Anna Foa, storica e docente all'Università La Sapienza di Roma

Non esiste un solo negazionismo, come non esiste un solo genocidio. Con questo termine, “negazionismo”, designiamo infatti tutti gli atteggiamenti volti a dichiarare nullo o mai avvenuto ogni genocidio o ad attribuirne le vittime, se


Iniziative del 24 aprile

In occasione del 99esimo anniversario del genocidio, giovedì 24 aprile, in numerose città italiane e nel mondo, le comunità armene celebrano questa ricorrenza con incontri e cerimonie religiose in ricordo delle vittime.


"Buoni al tempo del male" anche tra gli ottomani

Editoriale di Pietro Kuciukian, Console onorario della Repubblica d'Armenia in Italia

Da alcuni anni , il 24 aprile, ci ritroviamo in questa Basilica, simbolo del Cristianesimo delle origini, per  ricordare  i nostri morti, vittime del genocidio del 1915. Oggi celebriamo il 99° anniversario, la sofferenza 


Fermare il negazionismo ricordando i Giusti

Editoriale di Baykar Sivazliyan, Presidente dell'Unione degli Armeni d'Italia

Quest'anno ci accingiamo a commemorare il 99° anniversario del Genocidio degli Armeni. Il Genocidio è stato il risultato di una terribile ideologia che si radicò nella mente e nell'anima dei Giovani Turchi, per salvare il


Metz Yeghern

il genocidio degli armeni

Nel quadro del primo conflitto mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Con esso il governo "dei Giovani Turchi", che ha preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal VII secolo a.C.
Nella memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, all’incirca 1.500.000 persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 sono stati preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo "dei Giovani Turchi".

leggi tutto

La storia

Taner Akcam

uno dei primi accademici turchi a riconoscere e parlare del genocidio armeno