English version | Cerca nel sito:

Genocidio armeni

Intervista ad Arussiak Demirgian Nersessian

Vi proponiamo l'intervista che il Console onorario della Repubblica d'Armenia Pietro Kuciukian ha realizzato nel 1998 ad Arussiak Demirgian Nersessian, sopravvissuta al genocidio.


"Il negazionismo uccide due volte le vittime"

Editoriale di Sargis Ghazaryan, Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia

In occasione del 99esimo anniversario del genocidio armeno, pubblichiamo l'intervento dell’Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia Sargis Ghazaryan al Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano il 6


"I fatti di 99 anni fa continuano a tormentarci"

Testimonianze su un giornale di Detroit di Ramela Carman, 100 anni, orfana del genocidio armeno, e Asya Titova, 102, che sopravvisse grazie alla fuga in Russia della famiglia e in seguito attraversò il nazismo, quando nascose due famiglie ebree. 


La storia si ripete contro gli armeni?

Il 21 marzo miliziani qaedisti sostenuti da Ankara hanno occupato il villaggio armeno di Kesab in Siria. È la culla della civiltà armena, e un luogo che reca le tracce del genocidio del 1915. Appello di Pietro Kuciukian alla società civile turca perché si unisca nella condanna di chi fomenta l'odio contro gli armeni. 


Il clero armeno in una mostra online

Oltre 150 foto raccontano il tentativo del Catholicos Gevorg V Sureniants nel 1915 di emanare un avvertimento di prima istanza, forse per la prima volta nella storia, dell'imminente genocidio, e i salvataggi compiuti dal clero armeno nel Metz Yeghern. 


Memorie di una sopravvissuta

Ovsanna è una degli ultimi sopravvissuti del genocidio armeno del 1915. In quanto portatrice di memoria, è perfettamente consapevole del ruolo che deve avere quasi un secolo dopo. “Dio mi ha lasciata vivere affinché potessi raccontare la storia”, dice la donna.


Metz Yeghern

il genocidio degli armeni

Nel quadro del primo conflitto mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Con esso il governo "dei Giovani Turchi", che ha preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal VII secolo a.C.
Nella memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, all’incirca 1.500.000 persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 sono stati preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo "dei Giovani Turchi".

leggi tutto

Il libro

Survivors

Donald E. Miller, Lorna Touryan Miller

Multimedia

Le parole di Pietro Kuciukian

a sostegno dell'appello "Noi facciamo un sogno, insieme"

La storia

Elif Shafak

nei suoi libri, si oppone alla xenofobia ed alle discriminazioni