English version | Cerca nel sito:

Genocidio armeni

"Buoni al tempo del male" anche tra gli ottomani

Editoriale di Pietro Kuciukian, Console onorario della Repubblica d'Armenia in Italia

Da alcuni anni , il 24 aprile, ci ritroviamo in questa Basilica, simbolo del Cristianesimo delle origini, per  ricordare  i nostri morti, vittime del genocidio del 1915. Oggi celebriamo il 99° anniversario, la sofferenza 


Fermare il negazionismo ricordando i Giusti

Editoriale di Baykar Sivazliyan, Presidente dell'Unione degli Armeni d'Italia

Quest'anno ci accingiamo a commemorare il 99° anniversario del Genocidio degli Armeni. Il Genocidio è stato il risultato di una terribile ideologia che si radicò nella mente e nell'anima dei Giovani Turchi, per salvare il


Intervista ad Arussiak Demirgian Nersessian

Vi proponiamo l'intervista che il Console onorario della Repubblica d'Armenia Pietro Kuciukian ha realizzato nel 1998 ad Arussiak Demirgian Nersessian, sopravvissuta al genocidio.


"Il negazionismo uccide due volte le vittime"

Editoriale di Sargis Ghazaryan, Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia

In occasione del 99esimo anniversario del genocidio armeno, pubblichiamo l'intervento dell’Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia Sargis Ghazaryan al Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano il 6


"I fatti di 99 anni fa continuano a tormentarci"

Testimonianze su un giornale di Detroit di Ramela Carman, 100 anni, orfana del genocidio armeno, e Asya Titova, 102, che sopravvisse grazie alla fuga in Russia della famiglia e in seguito attraversò il nazismo, quando nascose due famiglie ebree. 


La storia si ripete contro gli armeni?

Il 21 marzo miliziani qaedisti sostenuti da Ankara hanno occupato il villaggio armeno di Kesab in Siria. È la culla della civiltà armena, e un luogo che reca le tracce del genocidio del 1915. Appello di Pietro Kuciukian alla società civile turca perché si unisca nella condanna di chi fomenta l'odio contro gli armeni. 


Metz Yeghern

il genocidio degli armeni

Nel quadro del primo conflitto mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Con esso il governo "dei Giovani Turchi", che ha preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal VII secolo a.C.
Nella memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, all’incirca 1.500.000 persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 sono stati preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo "dei Giovani Turchi".

leggi tutto

La storia

Mehmet Gelal Bey

il vali di Aleppo che si oppose al genocidio armeno