English version | Cerca nel sito:

Genocidio armeni

Appello per il Nobel a Irena Sendler

Firmiamo per assegnare il Nobel per la pace alla polacca Irena Sendler, che salvò 2500 bambini ebrei dai nazisti, rischiando la vita.Irene Sendler è morta a Varsavia il 12 maggio 2008.


Nobel a Orhan Pamuk

Lo scrittore turco perseguitato in patria per aver osato parlare delle responsabilità del suo paese nel genocidio armeno del 1915 ha ricevuto a Stoccolma il Premio Nobel per la Letteratura 2006.
I suoi libri: Il castello bianco, La casa del silenzio, Il libro nero, La nuova vita, Il mio nome è rosso, Neve, Istanbul


La Turchia processa Orhan Pamuk

Agosto 2005: dopo l'editore Zarakolu, anche il grande scrittore incriminato per aver denunciato il genocidio degli armeni del 1915 e le stragi di curdi. Rischia fino a tre anni di carcere. Il PM gli ha vietato dichiarazioni pubbliche in attesa del processo, fissato il 16/12. Settembre: tribunale Istanbul sospende conferenza universitaria su genocidio. Proteste UE: atteggiamento turco provocatorio


90° anniversario del genocidio armeno

24 Aprile 1915 - 24 Aprile 2005
PER NON DIMENTICARE

Per impedire che la verità venga manipolata, continua la battaglia per il riconoscimento del genocidio armeno.
Grande manifestazione a Yerevan, in Armenia: anche delegazione italiana.
Commemorazioni in tutto il mondo


Turchia-Europa e il riconoscimento del genocidio armeno

La Turchia non riconosce il genocidio armeno e le proprie responsabilità nello sterminio del 1915-'16. È giusto che entri in Europa? Il dibattito in Italia e una lettera di Pietro Kuciukian a Sergio Romano


Convegno internazionale "Armeni e turchi, una vicenda millenaria"

Fondazione Giorgio Cini - Isola di S. Giorgio Maggiore - 28-30 ottobre 2004
Sui rapporti tra Armeni e Turchi prima e dopo il Metz Yeghern, tra negazionismo e memoria.


Metz Yeghern

il genocidio degli armeni

Nel quadro del primo conflitto mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Con esso il governo "dei Giovani Turchi", che ha preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal VII secolo a.C.
Nella memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, all’incirca 1.500.000 persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 sono stati preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo "dei Giovani Turchi".

leggi tutto