English version | Cerca nel sito:

Condanna per l'assassino di Hrant Dink

a più di 22 anni di carcere

Condanna per l'assassino di Hrant Dink

Condanna per l'assassino di Hrant Dink

Ogun Samast è stato condannato dal Tribunale minorile di Istanbul a 22 anni e dieci mesi di prigione per l'assassinio del giornalista Hrant Dink, il 19 gennaio 2007. 

Il giovane, minorenne all'epoca dei fatti, è stato giudicato colpevole di omicidio premeditato e possesso illegale di arma da fuoco.

Il giornalista è stato ucciso proprio di fronte al portone della rivista bilingue Agos, che si batteva per il dialogo tra armeni e turchi e per il riconoscimento delgenocidio del 1915. 

La corte europea dei diritti umani ha stabilito l'anno scorso che la Turchia ha fallito nel proteggere la vita dell'uomo, nonostante fosse evidente che il giornalista era nel mirino dei nazionalisti.

Hrant Dink è ricordato con un albero nel Giardino dei Giusti di tutto il mondo a Milano (foto di Onewmphoto)

26 luglio 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Metz Yeghern

il genocidio degli armeni

Nel quadro del primo conflitto mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Con esso il governo "dei Giovani Turchi", che ha preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal VII secolo a.C.
Nella memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, all’incirca 1.500.000 persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 sono stati preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo "dei Giovani Turchi".

leggi tutto

La storia

Beatrice Rohner

protesse i bambini armeni dal genocidio