English version | Cerca nel sito:

Processo ai tre leader Khmer Rossi

alla sbarra i carnefici della Cambogia

Si apre oggi il processo ai tre massimi leader del regime dei Khmer rossi, incluso il braccio destro di Pol Pot Nuon Chea. Gli altri imputati sono l'ex capo di Stato Khieu Samphan e l'ex ministro degli esteri Ieng Sary

Le accuse sono di genocidio e crimini contro l'umanità. Il tribunale ONU, faticosamente ottenuto dai cambogiani nel 2006, finora ha giudicato solo una persona per i terribili fatti del 1976-79. I pm hanno dichiarato che la popolazione cambogiana era in "una condizione di sofferenza assoluta" negli anni della sanguinaria dittatura comunista. La platea era piena di monaci, studenti, sopravvissuti ed ex dirigenti del regime khmer. 

Se gli autori del genocidio hanno oggi più di ottant'anni, anche i testimoni sono spesso anziani. Sao Kuon, contadino di 75 anni, ha perso undici parenti nel regime di Pol Pot. In occasione dell'udienza ha dichiarato: "Sono molto felice. Sono venuto qui perché volevo conoscere tutta la storia e  come è potuta accadere". 

21 novembre 2011

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Kmer Rossi

i "Grandi Fratelli" del genocidio in Cambogia

Il Genocidio avviene tra il 1975 e il 1978.
La Cambogia è un Paese del Sud-Est Asiatico confinante con il Vietnam. Colonizzato dai Francesi, nel 1953 diventa uno Stato indipendente sotto la guida del principe Norodom Sihanouk, rovesciata nel 1970 da un colpo di Stato del generale Lol Non, appoggiato dagli Stati Uniti. Dopo una dura campagna contro i comunisti e i vietnamiti presenti nel Paese, nel 1975 il potere passa ai Kmer Rossi, un piccolo gruppo di estrazione leninista popolare soprattutto nelle zone rurali del nord, che proclama la Repubblica della Kampucea Democratica.

leggi tutto

Multimedia

L'immagine mancante

di Rithy Panh (2013)

La storia

Dith Pran

giornalista, fotografo e attivista dei diritti umani