English version | Cerca nel sito:

GULag

Il Museo Perm-36 per la verità sui gulag

La scrittice  Susanne Sternthal ha visitato Perm-36, il gulag segreto di Stalin. Oggi il campo è diventato un museo che, a pochi chilometri dalla città di Perm, presenta un modo coraggioso di ripensare la storia. Sergei KovalyovBalys Gajauskas, e il Presidente del Museo Victor Shmyrov ricostruiscono con coraggio la storia di un Paese che troppo spesso mostra di avere la memoria corta.  


Medvedev nega la grazia a Khodorkovsky

In una manovra che potrebbe essere dettata dall'ambizione a diventare premier, il Presidente russo uscente ha deciso che l'imprenditore resterà in carcere. Mikhail Khodorkovsky era stato imprigionato nel 2003 per aver preso posizione contro Putin, e successivamente accusato di evasione fiscale e riciclaggio. 


Il Gulag di Yodok

A Yodok, in Corea del Nord, c'è un Gulag per i prigionieri politici. Il suo nome ufficiale è l suo nome ufficiale è Kwan-li-so (centro di ri-educazione) n. 15. 


Anatoly Razumov, il cercatore di verità

Intervista di Francesco Bigazzi al direttore del Centro nomi restituiti di San Pietroburgo, che da 25 anni conserva la memoria dei milioni di vittime del comunismo sovietico. "Sono pieno di dubbi", dice l'autore del Martirologio di Leningrado, "ma anche ottimista. I giovani vengono da noi e ci scrivono: ricorderemo per sempre queste eroiche persone!". 


"La memoria è un gesto d'amore"

Il giornalista Francesco Bigazzi presenta il lavoro di Anatoli Razumov, Presidente del Centro Nomi Restituiti che si occupa di ridare un'identità alle vittime del terrore staliniano. Nella Biblioteca nazionale di San Pietroburgo gremita di persone spesso parenti dei perseguitati, sfidando i miti comunisti sono state raccontate le storie di 5.220 vite falciate dai soviet. Razumov ha anche espresso apprezzamento per il lavoro di Gariwo.  


La morte di Kim Jong Il

È morto il 17 dicembre Kim Jong Il, detto il "Caro Leader" dalla propaganda del regime comunista al potere dal 1945 in Corea del Nord. Lascia dietro di sé la fame e un feroce sistema di gulag, oltre a una pesante incognita dovuta all'alleanza con la Cina e al programma nucleare. Ma per molti sudditi la colpa di tutto è dei "traditori" e "incapaci"che avrebbero agito a sua insaputa.


GULag

i lager sovietici

GULag è l’acronimo, introdotto nel 1930, di Gosudarstvennyj Upravlenje Lagerej (Direzione centrale dei lager).
Nel 1918, con l’inizio della guerra civile, fu creata una vasta rete di campi di concentramento per gli oppositori politici della neonata Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche (URSS). Nel 1919 venne creata la sezione lavori forzati. Il lavoro coatto era previsto come mezzo di redenzione sociale dalla stessa costituzione sovietica. Oltre alla funzione economica e punitiva, alcuni lager ebbero anche la funzione di eliminazione fisica dei deportati.

leggi tutto

Multimedia

Il poligono di Butovo (2)

Documentario della rete Storia e Memoria, 2008

La storia

Ugo Citterio

il comunista torturato in Italia dal regime fascista e perseguitato in Urss dal regime comunista