English version | Cerca nel sito:

GULag

L'ONU "vuole punire i crimini della Corea del Nord"

La denuncia in un rapporto la cui stesura è durata due anni. Sotto accusa le atrocità di Pyongyang, provate da foto aeree dei lager dove è stato usato perfino il gas, e di Pechino, che riconsegnerebbe i fuggiaschi alle autorità del regime. Il rapporto suggerisce di deferire lo Stato totalitario alla Corte Penale dell'Aja o a un tribunale ad hoc. 


"Non credere, non temere, non domandare"

Le Monde ha pubblicato il 26 gennaio un'intervista in esclusiva a Mikhail Khodorkovsky, ex uomo più ricco della Russia che per gli ultimi dieci anni e tre mesi, fino al 20 dicembre 2013, è stato uno "zek", un prigioniero politico nelle colonie penali di Putin.


Liu Xiaobo ricorre in appello

Il Premio Nobel condannato a 11 anni per "atti di sovversione" sostiene di aver semplicemente esercitato la sua libertà d'espressione. La sua riappropriazione di dignità è un simbolo della lotta contro il regime comunista, che crede di poter manipolare a suo piacimento le variabili economiche per mantenere il potere.


La Cina e la negazione dei crimini comunisti

Si avvicina il 120° anniversario della nascita di Mao e in Cina fervono i preparativi. Ci sono autori che "scavalcano da sinistra" il regime e presentano vere e proprie tesi negazioniste sulla carestia che seguì al tentativo maoista di industrializzare il Paese che va sotto il nome di "Grande Balzo in Avanti". Una piano delirante che causò 36 milioni di morti. 


Nessun rilascio per Kenneth Bae

Il missionario detenuto in Corea del Nord con l'accusa di aver "creato difficoltà" al governo comunista con il suo proselitismo cristiano ha ricevuto una visita della madre nell'ospedale dov'è piantonato, ma rimarrà in carcere. Ai lavori forzati ha contratto il diabete. Nel box approfondimenti sulla situazione dei diritti umani nel Paese asiatico.  


Gli spagnoli nel GULag

Il Presidente kazako Nursultan Nazarbayev ha consegnato al premier spagnolo Mariano Rajoy due volumi di documenti riguardanti 152 spagnoli rinchiusi in un GULag in Kazakistan negli anni ’40.


GULag

i lager sovietici

GULag è l’acronimo, introdotto nel 1930, di Gosudarstvennyj Upravlenje Lagerej (Direzione centrale dei lager).
Nel 1918, con l’inizio della guerra civile, fu creata una vasta rete di campi di concentramento per gli oppositori politici della neonata Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche (URSS). Nel 1919 venne creata la sezione lavori forzati. Il lavoro coatto era previsto come mezzo di redenzione sociale dalla stessa costituzione sovietica. Oltre alla funzione economica e punitiva, alcuni lager ebbero anche la funzione di eliminazione fisica dei deportati.

leggi tutto

Il libro

Vita e destino

Vasilij Grossman

Multimedia

Il poligono di Butovo (3)

Documentario della rete Storia e Memoria, 2008

La storia

Leonid Fëdorov

Difensore della libertà religiosa