English version | Cerca nel sito:

GULag

Centenario della nascita di Solzenycin

L'11 dicembre 1918 nasceva Alexandr Solzenicyn, scrittore e testimone del gulag. La rivista online Romasette.it dedica uno speciale a due sue opere, Una giornata di Ivan Denisovic, che usciva 50 anni fa, e La casa di Matrjona


Una giornata di Ivan Denisovic

50 anni usciva la prima testimonianza di Aleksandr Solzhenicyn sul gulag. L'autore era stato internato tra il 1945 e il 1953 per aver criticato Stalin in una lettera. Con il tempo divenne un notissimo scrittore dissidente nonché un fecondo pensatore. 


Napolitano omaggia Herling

In occasione della celebrazione dei 65 anni dalla fondazione dell'Istituto italiano per gli studi storici, a opera di Benedetto Croce, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano renderà omaggio alla figura di Gustaw Herling, autore di Un mondo a parte, primo grande libro a raccontare il gulag dall'interno.


Potenza e miseria del regime sovietico

Tre nuovi libri fanno luce sui campi di lavoro dell'URSS: Diario di un guardiano del gulag di I. Cjstiakov, con prefazione di Marcello Flores, indaga il rapporto tra vittima e carnefice; La vita privata degli oggetti sovietici di Gian Piero Piretto mostra la realtà dell'economia sovietica dietro la facciata di superpotenza del comunismo. Mentre in 1917. La Russia verso l'abisso, Ettore Cinnella ci mostra "senza aloni romantici" i moti rivoluzionari bolscevichi. 


La nazione gulag

Per un'amicizia sbagliata Kim Young Soon è stata condannata a nove anni di campo di lavoro. Scampata miracolosamente alla morte, vive per denunciare i sistemi dittatoriali del regime nordcoreano.  


Una Pussy Riot si dissocia

Yekaterina Samusevich ha fatto valere in appello il suo ruolo limitato nell'esibizione che è costata il carcere al gruppo. Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alekhina, non pentite, affronteranno il gulag. In aula, fischi alla pentita e risate quando Alekhina ha attaccato Putin.  


GULag

i lager sovietici

GULag è l’acronimo, introdotto nel 1930, di Gosudarstvennyj Upravlenje Lagerej (Direzione centrale dei lager).
Nel 1918, con l’inizio della guerra civile, fu creata una vasta rete di campi di concentramento per gli oppositori politici della neonata Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche (URSS). Nel 1919 venne creata la sezione lavori forzati. Il lavoro coatto era previsto come mezzo di redenzione sociale dalla stessa costituzione sovietica. Oltre alla funzione economica e punitiva, alcuni lager ebbero anche la funzione di eliminazione fisica dei deportati.

leggi tutto

Multimedia

Il poligono di Butovo (2)

Documentario della rete Storia e Memoria, 2008

La storia

Vasilij Grossman

autore di "Vita e destino"