Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Prevenzione persecuzioni

Le gite a Sachsenhausen degli studenti tedeschi

Reportage del New York Times in una classe di Storia di Berlino. Dove sono state proposte, da un assessore di origine palestinese, Sawsan Chebli, gite scolastiche obbligatorie al museo dell'ex lager di Sachsenhausen. Perché il "Mai più" che si pronuncia dopo ogni genocidio entri veramente sotto la pelle dei giovani europei e stranieri. 


Perché Trump incolpa "il male" della strage a mano armata di Las Vegas

"Dato che il male non sarà mai interamente sradicato, perché violare il Secondo Emendamento combattendolo?". Così scrive Ilene Prusher su Haaretz del 2 ottobre, esponendo il sostegno di Donald Trump al diritto di detenere armi, nonostante tragedie come il massacro di Las Vegas. 


Che cosa i climatologi vogliono che emerga dall’esperienza delle alluvioni?

Katharine Mach - ricercatrice senior e direttore della Stanford Environment Assessment Facility - e Miyuki Hino - candidata Ph.D. del Emmett Interdisciplinary Program in Environment and Resources di Stanford - dipingono sul New York Times un quadro di possibili interventi dopo l'ennesima catastrofe naturale scatenatasi negli USA.


Il coraggio di agire

Sempre più spesso l'attuale emergenza migranti viene accostata alla fuga dei perseguitati durante la Seconda guerra mondiale. Se negli anni '40 molti Paesi hanno serrato le porte di fronte a chi fuggiva dal nazismo, c'è stato anche chi ha agito. L'esempio di Aristides de Sousa Mendes, console portoghese a Bordeaux.


"La prevenzione dei genocidi"

Al via il ciclo di incontri “La crisi dell’Europa e i Giusti del nostro tempo”, organizzato da Gariwo in collaborazione con il Teatro Franco Parenti, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Milano e della Fondazione Corriere della Sera. Vi proponiamo gli interventi integrali di Marcello Flores, Gerard Malkassian e Yair Auron.


La Memoria giusta e i Giusti della Memoria

L'intervento di Gerard Malkassian alla conferenza "La prevenzione dei genocidi", primo dei quattro incontri dedicati alla crisi dell'Europa e i Giusti del nostro tempo organizzati da Gariwo in collaborazione con il Teatro Franco Parenti, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Milano e della Fondazione Corriere della Sera.


Prevenzione delle persecuzioni

la memoria, i Giusti, l'impegno internazionale

La prevenzione dei genocidi e più in generale dei crimini contro l'Umanità è all'ordine del giorno della politica internazionale dopo le tragedie del Novecento in Europa e l'apertura di altri fronti di persecuzione e di sterminio nel mondo. La sensibilità degli Stati è cresciuta con l'entrata nel nuovo millennio, ma rimane ancora molto limitata e troppo spesso impotente.
Daniel J. Goldhagen, autore del famoso saggio I volenterosi carnefici di Hilter, nel successivo Peggio della guerra: lo stermini di massa nella storia dell'Umanità, conia un nuovo termine - eliminazionismo - per indicare tutte le forme di sterminio di massa, sottolineandone il carattere politico, di scelta lucidamente operata dai carnefici per ricavarne un vantaggio di potere.

leggi tutto

Multimedia

La prevenzione di genocidi

Marcello Flores, Yair Auron, Gerard Malkassian