English version | Cerca nel sito:

Prevenzione persecuzioni

Prevenire i genocidi sfidando la natura umana

Lo studioso israeliano Yehuda Bauer, a Berna per il Terzo forum regionale sulla prevenzione dei genocidi, ha rilasciato un'intervista a Swiss Info a margine dell'incontro. In essa espone la tesi che prevenire i genocidi è possibile, ma sfidando la natura umana, divisa tra coesione di gruppo e istinto a combattere chi è diverso o estraneo.


"I genocidi possono essere evitati"

Il generale Romeo Dallaire è stato onorato con un albero nel Giardino dei Giusti di tutto il mondo a Milano per aver cercato in tutti i modi di fermare il genocidio in Rwanda.


Il Giorno della Memoria in Italia

Alcune iniziative previste in Italia in occasione del Giorno della Memoria, istituita per ricordare la liberazione di Auschwitz il 27 gennaio 1945. All'interno analisi di Annalia Guglielmi La memoria della Shoah in Polonia


Sidoli, Bauer e Goldhagen riflettono sulla didattica

Rita Sidoli propone alcuni strumenti per la didattica della Shoah. Gli storici Yehuda Bauer e Daniel Goldhagen hanno dedicato la vita a studiare i genocidi affinché non si ripetano mai più. Secondo Goldhagen "pochi leader poliitici possono fare enormi passi avanti" per porre termine a queste tragedie. Secondo Bauer per studiare la Shoah è importante considerare la "reazione ebraica".


Come prevenire i genocidi secondo Samantha Power

L'Alto Responsabile degli Affari Multilaterali e dei Diritti Umani USA ha descritto le linee d'azione del Paese contro i genocidi: un nuovo impegno strategico, una struttura organizzativa adeguata e la sistematizzazione dell'attività di prevenzione.


Le tre vie che conducono alla pace

Per Umberto Veronesi la pace è una scelta inevitabile. L'uomo non è geneticamente predisposto alla violenza, i conflitti nascono per far fronte a situazioni di insicurezza e calamità. La guerra, inoltre, va contro l'innovazione e lo sviluppo che sono obiettivi della scienza.
Secondo Veronesi è necessario valorizzare il ruolo delle donne e promuovere il dialogo interreligioso e l'economia della pace.


Prevenzione delle persecuzioni

la memoria, i Giusti, l'impegno internazionale

La prevenzione dei genocidi e più in generale dei crimini contro l'Umanità è all'ordine del giorno della politica internazionale dopo le tragedie del Novecento in Europa e l'apertura di altri fronti di persecuzione e di sterminio nel mondo. La sensibilità degli Stati è cresciuta con l'entrata nel nuovo millennio, ma rimane ancora molto limitata e troppo spesso impotente.
Daniel J. Goldhagen, autore del famoso saggio I volenterosi carnefici di Hilter, nel successivo Peggio della guerra: lo stermini di massa nella storia dell'Umanità, conia un nuovo termine - eliminazionismo - per indicare tutte le forme di sterminio di massa, sottolineandone il carattere politico, di scelta lucidamente operata dai carnefici per ricavarne un vantaggio di potere.

leggi tutto

Multimedia

La prevenzione di genocidi

Marcello Flores, Yair Auron, Gerard Malkassian