English version | Cerca nel sito:

Prevenzione persecuzioni

La traversata del male

Il 30 gennaio alle ore 21 presso il Centro PIME di Milano incontro tra Gabriele Nissim e la scrittrice cambogiana Claire Ly sulla memoria dei genocidi e i possibili percorsi di riconciliazione. 


Ricorda che devi rispondere.it

Anche Amnesty Italia ritiene che la nostra politica ignori troppo spesso il tema dei diritti umani. In vista delle prossime elezioni la branca italiana della famosa associazione internazionale ha predisposto dieci punti che vanno rispettati da chiunque diventi premier a Roma.


Il progetto Enough e l'impegno a prevenire i genocidi

Pubblichiamo l'articolo di Patricia Garrity e Niccole Rovero sull'attività del progetto americano Enough che mira a proporre alle amministrazioni americane strategie efficaci per prevenire i crimini di massa. Le tragedie come quelle del Darfur e del Congo possono essere evitate, e come mostra la storia dell'atleta americano John Prendergast, i giovani sono preziosi a tal fine.


Sansal e Grossman insieme per la pace

Gli scrittori israeliano e algerino hanno lanciato a Strasburgo un appello per la pace in Medioriente. Uno ha perso un figlio in Libano, l'altro è trattato in patria come un traditore. Ora propongono una "ONU degli scrittori" dove gli intellettuali si facciano carico dei problemi del mondo. 


"Il dramma del nostro nemico"

Il quotidiano Haaretz ha accompagnato un gruppo misto di visitatori israeliani e palestinesi a Yad Vashem. Il fatto che i palestinesi studino la Shoah a scuola e visitino il Memoriale di Gerusalemme può lasciare stupiti, ma è un passo importante per costruire una storia condivisa.


Siria, è urgente fermare il massacro

Editoriale di Carolina Figini, Redazione Gariwo

Negli ambienti della diplomazia corre voce che Bush fosse più determinato di Obama nell’affrontare l’incognita Assad: trattava il dittatore siriano come un paria e non considerava strategica la politica di Damasco nemmeno in un’


Prevenzione delle persecuzioni

la memoria, i Giusti, l'impegno internazionale

La prevenzione dei genocidi e più in generale dei crimini contro l'Umanità è all'ordine del giorno della politica internazionale dopo le tragedie del Novecento in Europa e l'apertura di altri fronti di persecuzione e di sterminio nel mondo. La sensibilità degli Stati è cresciuta con l'entrata nel nuovo millennio, ma rimane ancora molto limitata e troppo spesso impotente.
Daniel J. Goldhagen, autore del famoso saggio I volenterosi carnefici di Hilter, nel successivo Peggio della guerra: lo stermini di massa nella storia dell'Umanità, conia un nuovo termine - eliminazionismo - per indicare tutte le forme di sterminio di massa, sottolineandone il carattere politico, di scelta lucidamente operata dai carnefici per ricavarne un vantaggio di potere.

leggi tutto

Multimedia

La prevenzione di genocidi

Marcello Flores, Yair Auron, Gerard Malkassian