English version | Cerca nel sito:

Conferenza

con Svetlana Broz

15 novembre 2007, dalle 9.30 alle 18.00
Università di Milano-Bicocca, Edificio U6, Aula 4, p.za dell'Ateneo Nuovo, 1
A cura del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale in collaborazione con il Comitato per la Foresta dei Giusti.

Riflessioni sul tema: 
L'universalità dei Giusti: l’esperienza di Svetlana Broz e il coraggio civile in Bosnia-Erzegovina. 
In memoria di Dusko Kondor, membro di GARIWO di Sarajevo, assassinato a Bijelina

-Interventi di Svetlana Broz, Gabriele Nissim, Tanja Sekulic
-Proiezione materiale documentario
-Tavola rotonda con docenti universitari

Al termine
Monologo teatrale di Paola Bigatto: La banalità del male (da Hannah Arendt: il processo Eichmann a Gerusalemme)

15 novembre 2007

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

La pulizia etnica

nella ex-Jugoslavia

La Jugoslavia federale era costituita da sei repubbliche (Serbia, Croazia, Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Macedonia) e due regioni autonome unite alla Serbia (Kosovo e Vojvodina). Con la morte di Tito, nel 1980, scoppiano le tensioni politiche che sono all'origine della guerra civile tra le varie repubbliche che componevano lo Stato federale.
Nel periodo che va dal 1990 al 1999, con un precedente nel 1989, quando la Serbia si oppone all'autonomia del Kosovo, le parti in guerra utilizzano a più riprese la pulizia etnica per prevalere.

leggi tutto

Il libro

Geopolitiche dei Balcani

Elena Dell’Agnese, Enrico Squarcina

Multimedia

Underground

di Emir Kusturica (1995)

La storia

Hasan Nuhanovic

l'accusatore di Srebrenica