English version | Cerca nel sito:

Shoah e nazismo

​“Contro i neonazisti serve più coraggio”

Per capire come la Germania vive il "post-Charlie Hebdo", presentiamo un'intervista esclusiva a Ingo Schulze, scrittore tedesco nato a Dresda nel 1962, che ha narrato la transizione della Germania Orientale e da anni si batte contro i gruppi di estrema destra. 


"La mia libertà finisce se confligge con quella altrui"

Abbiamo chiesto ad Antonio Ferrari di parlarci del limite tra libertà di espressione e sensibilità dell'altro, delle reazioni all'attacco alla redazione di Charlie Hebdo e del rapporto tra libertà di espressione e reato di opinione quando si discute di negazionismo.


Opporsi all'antisemitismo per evitare altri genocidi

Combattere l'antisemitismo per contrastare tutte le intolleranze e gli odi etnici, religiosi e politici che portano alle guerre e ai genocidi: è il richiamo lanciato da Steven Spielberg e Bernard-Henri Lévy in occasione della Giornata della Memoria e del 70simo anniversario della liberazione del lager di Auschwitz.


Come Auschwitz è stato frainteso

In occasione del Giorno della Memoria, Daniel Jonah Goldhagen analizza il ruolo dell'efficienza nazista durante l'Olocausto. Di seguito proponiamo l'articolo pubblicato sul New York Times il 24 gennaio 2015.


La Shoah dello sport

Editoriale di Leonardo Coen, giornalista e scrittore

Dagli stadi ai campi di sterminio: la Shoah dello sport ha numeri spaventosi, sessantamila atleti persero la vita nei campi di sterminio secondo lo storico Sergio Giuntini (autore di Sport e Shoah, ed. Giuntini di Firenze) e di


Raccogliere il testimone della memoria

“Adottare un Giusto. Una forza per il nostro futuro”. Cinquecento studenti delle scuole di Milano e provincia hanno risposto all’appello lanciato da Gariwo, prendendo parte all’iniziativa per la Giornata della Memoria insieme a Paolo Kessisoglu, Gabriele Nissim e Pietro Kuciukian.


Shoah

il genocidio degli ebrei

Nel quadro del secondo conflitto mondiale (1939-1945) si compie in Europa il genocidio del popolo ebraico (1941-1945). La “soluzione finale“, sei milioni di ebrei sterminati, è stata preparata da Hitler, salito al potere in Germania nel 1933. A partire dalla pubblicazione del Mein Kampf, Hitler progetta la rivoluzione nazionalsocialista sulla base di un’ideologia razzista.
Nella memoria del popolo ebraico e nella sentenza conclusiva del Tribunale Militare Internazionale, la stima dello sterminio è di 6.000.000 di persone. In realtà gli storici più accreditati, tra cui Raul Hilberg, ritengono che la cifra si aggiri intorno a 5.200.000.

leggi tutto

Multimedia

Muslim Heroes of the Holocaust

sul libro "Tra i Giusti, Storie perdute dell’Olocausto nei paesi arabi"

La storia

Don Eugenio Bussa

Fondò una Colonia di sfollamento nella quale nascose numerosi ebrei