English version | Cerca nel sito:

Shoah e nazismo

Addio a Romeo Salmonì

"Se ho sconfitto Hitler? Certamente e ne sono la prova vivente!
Il mio sogno di libertà è stato più forte del suo sogno di oppressione
Il mio amore per la vita più forte del suo desiderio di distruzione"

Si è spento a 91 anni  uno degli ultimi sopravvissuti romani ai lager nazisti, che con il suo ottimismo ispirò il film di Roberto Benigni.


"Giovanni XXIII è un Giusto"

La  Fondazione Wallenberg ha avviato presso Yad Vashem la pratica per riconoscere la qualità di Giusto ad Angelo Roncalli, Nunzio apostolico in Bulgaria durante il nazismo, che "andò ben oltre il suo dovere per salvare gli ebrei". 


"Il Vaticano aiutò gli ebrei"

Don Gaetano Piccinini è stato riconosciuto Giusto tra le Nazioni. La cerimonia di consegna della medaglia è occasione per il diplomatico di riflettere sul ruolo della Chiesa nella Shoah.


Perché Auschwitz non fu bombardato?

Lo studioso israeliano ha cercato di spiegare perché gli angloamericani non bombardarono il luogo simbolo della Shoah. Partendo dalla fuga dal lager di due ebrei slovacchi, la sua interpretazione dei fatti non rifugge dai temi scabrosi quali la presenza dell'antisemitismo nei liberatori occidentali e l'importanza per gli ebrei di avere una loro entità statuale. 


I bambini salvati della Lituania

L'esposizione, sia reale che virtuale, assieme allo sterminio del 95% degli ebrei del Paese baltico ricorda i Giusti che durante la Shoah salvarono minori israeliti. L'allestimento comprende informazioni storiche, schede di figure esemplari, storie di salvataggio e tre documentari:  L'Albero della Vita, Ti affido il mio bambino e Studio sulla speranza.  Alla scoperta di storie più note, come quella di Chiune Sugihara, e altre ancora sconosciute fuori dai confini lituani. 


Addio a Mietek Pemper

È morto in Germania Mietek Pemper, il prigioniero dei nazisti che predispose la lista con la quale l'industriale Oskar Schindler salvò 1.300 ebrei dallo sterminio. All'interno trailer del film Schindler's list.


Shoah

il genocidio degli ebrei

Nel quadro del secondo conflitto mondiale (1939-1945) si compie in Europa il genocidio del popolo ebraico (1941-1945). La “soluzione finale“, sei milioni di ebrei sterminati, è stata preparata da Hitler, salito al potere in Germania nel 1933. A partire dalla pubblicazione del Mein Kampf, Hitler progetta la rivoluzione nazionalsocialista sulla base di un’ideologia razzista.
Nella memoria del popolo ebraico e nella sentenza conclusiva del Tribunale Militare Internazionale, la stima dello sterminio è di 6.000.000 di persone. In realtà gli storici più accreditati, tra cui Raul Hilberg, ritengono che la cifra si aggiri intorno a 5.200.000.

leggi tutto

Multimedia

Gli ebrei a Shanghai

la mostra al Memoriale della Shoah di Milano

La storia

Armin T. Wegner

si appellò ai leader del suo tempo per fermare i genocidi contro gli armeni e gli ebrei