English version | Cerca nel sito:

“Adottare un Giusto”. Una forza per il nostro futuro

L’iniziativa di Gariwo per il Giorno della Memoria 2015

La locandina dell'iniziativa

La locandina dell'iniziativa

Giovedì 22 gennaio,
Centro dei Congressi Auditorium
Via Corridoni 16, Milano

“Adotta un Giusto” è l’appello lanciato da Gariwo, la foresta dei Giusti per il Giorno della Memoria 2015 con l’evento che vede protagonisti gli studenti delle scuole superiori e medie di Milano e provincia. L’incontro “Adottare un Giusto”. Una forza per il nostro futuro, organizzato in collaborazione con la Città metropolitana di Milano, fa parte del progetto didattico di Gariwo per sensibilizzare i giovani sui valori della solidarietà, della partecipazione, della responsabilità personale e renderli consapevoli depositari della memoria del bene.

Giovedì 22 gennaio, dalle 9 alle 12.30 al Centro dei Congressi Auditorium di Via Corridoni 16 a Milano, gli studenti di dieci istituti scolastici lombardi daranno vita a uno spettacolo con intermezzi musicali e letture ispirate alle vicende storiche e umane di Claire Ly, Sophie Scholl, Dimitar Peshev, Primo Levi, Armin Wegner, Pietro Kuciukian, Don Giovanni Barbareschi, Irena Sendler, Johannes Lepsius, Anna Politkovskaja, Fernanda Wittgens, Svetlana Broz, Giacomo Gorrini. A conclusione, l’attore e conduttore televisivo di origine armena Paolo Kessisoglu, il Presidente di Gariwo Gabriele Nissim e il console onorario della Repubblica d’Armenia in Italia Pietro Kuciukian dialogheranno con i giovani in sala e porteranno le proprie testimonianze.

Questo incontro fa parte del percorso didattico intrapreso in autunno dalle classi coinvolte con la scelta della figura da “adottare” e le visite guidate al Giardino dei Giusti di tutto il mondo di Milano. Il progetto culminerà nella partecipazione alla cerimonia di dedica dei nuovi alberi al Monte Stella il 6 marzo, in occasione della Giornata europea dei Giusti.

Con l’appuntamento del 22 gennaio Gariwo lancia la campagna “Adotta un Giusto” e invita tutte le scuole italiane a ricordare con un gesto significativo queste figure esemplari.

“Le esperienze e i racconti lasciati in eredità dai testimoni diretti della Shoah e degli altri genocidi alle nuove generazioni - dice Gabriele Nissim - sono indispensabili per individuare i pericoli del presente, ma anche le figure da seguire come esempio. Molti degli studenti protagonisti dell’iniziativa di Gariwo, infatti, hanno “adottato” figure esemplari della contemporaneità. Con questa iniziativa, nel giorno dedicato al ricordo della Shoah, vogliamo allargare lo sguardo anche agli altri genocidi, passati e recenti, e speriamo che tutte le scuole italiane, come gli istituti milanesi, decidano di adottare un Giusto.”

L’ingresso è libero su prenotazione telefonando al n. 02/36707648 o scrivendo a segreteria@gariwo.net.

14 gennaio 2015

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Shoah

il genocidio degli ebrei

Nel quadro del secondo conflitto mondiale (1939-1945) si compie in Europa il genocidio del popolo ebraico (1941-1945). La “soluzione finale“, sei milioni di ebrei sterminati, è stata preparata da Hitler, salito al potere in Germania nel 1933. A partire dalla pubblicazione del Mein Kampf, Hitler progetta la rivoluzione nazionalsocialista sulla base di un’ideologia razzista.
Nella memoria del popolo ebraico e nella sentenza conclusiva del Tribunale Militare Internazionale, la stima dello sterminio è di 6.000.000 di persone. In realtà gli storici più accreditati, tra cui Raul Hilberg, ritengono che la cifra si aggiri intorno a 5.200.000.

leggi tutto

La storia

Don Gaetano Piccinini

intraprendente nelle imprese di bene, dal 2011 Giusto fra le Nazioni