Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Il rumore della memoria

la storia di Vera Vigevani Jarach

Dal 20 al 26 gennaio il Corriere.it ospiterà la web serie Il rumore della memoria. Il viaggio di Vera dalla Shoah ai desaparecidos. Il progetto, con la regia di Marco Bechis, è stato curato da Caterina Giargia e dai giornalisti del Corriere della Sera Antonio Ferrari e Alessia Rastelli.

Le puntate della serie raccontano la storia di Vera Vigevani Jarach, ebrea italiana residente in Argentina colpita da due episodi della storia più buia del Novecento: il nonno materno, Ettore Felice Camerino, è stato catturato e deportato ad Auschwitz, dove ha trovato la morte, mentre la figlia Franca è stata sequestrata, torturata e uccisa nei terribili “voli della morte” nell’Argentina della dittatura di Videla.

“Non ho tombe su cui piangere - racconta Vera, come scrive Antonio Ferrari sul Corriere della Sera - Mio nonno è diventato il fumo di un camino, mia figlia riposa in fondo al mare”.

La storia di questa “militante della memoria”, come Vera Vigevani Jarach si definisce, sarà anche il soggetto di un film-documentario, prodotto dallo stesso Marco Bechis.

In occasione del Giorno della Memoria, Vera Vigevani Jarach racconterà la sua storia in diverse città italiane. Riportiamo di seguito il calendario dei suoi spostamenti:

26 gennaio, ore 20.10: partecipazione alla trasmissione di Fabio Fazio Che tempo che fa
27 gennaio, ore 10: incontro con Liliana Segre al Conservatorio di Milano. Ore 12 incontro con gli studenti e proiezione del documentario  in Sala Buzzati. Ore 20 Concerto al Conservatorio per il Giorno della Memoria.
30 gennaio, ore 18: Commemorazione al Binario 21 della Stazione Centrale di Milano con la Comunità di Sant'Egidio
31 gennaio, ore 11: liceo Virgilio, sede staccata di via Pisacane1 febbraio, ore 10:00 incontro con gli studenti a cura del centro Asteria, presso l’Auditorium Verdi di Largo Mahler 
1-2 febbraio: Torino
4 febbraio: Firenze, Caffé letterario "Le Murate"
5 febbraio: Firenze, inaugurazione della mostra "Identidad Desaparecida"
6 febbraio: Firenze, concessione del "Giglio d'Oro" del Comune di Firenze
7 febbraio: Viareggio, cittadinanza onoraria del Comune di Viareggio
8 febbraio: Massa, inaugurazione della Piazza "Madres de Plaza de Mayo"
10 febbraio: Ferrara, Liceo Ariosto e visita al Sindaco
11-12 febbraio: Modena
14 febbraio: Bologna, inaugurazione mostra di Marcello Gentili
15 febbraio: Bologna, Liceo Aldrovandi
17-18 febbraio: Roma

Trovate ulteriori informazioni sul progetto Il rumore della memoria. Il viaggio di Vera dalla Shoah ai desaparecidos sul sito dedicato di Corriere.it

24 gennaio 2014

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Shoah

il genocidio degli ebrei

Nel quadro del secondo conflitto mondiale (1939-1945) si compie in Europa il genocidio del popolo ebraico (1941-1945). La “soluzione finale“, sei milioni di ebrei sterminati, è stata preparata da Hitler, salito al potere in Germania nel 1933. A partire dalla pubblicazione del Mein Kampf, Hitler progetta la rivoluzione nazionalsocialista sulla base di un’ideologia razzista.
Nella memoria del popolo ebraico e nella sentenza conclusiva del Tribunale Militare Internazionale, la stima dello sterminio è di 6.000.000 di persone. In realtà gli storici più accreditati, tra cui Raul Hilberg, ritengono che la cifra si aggiri intorno a 5.200.000.

leggi tutto

Multimedia

John Rabe

Il film sullo "Schindler della Cina"

La storia

Piero Gnecchi Ruscone

Il dirigente dell'Opera S. Vincenzo che partecipò alla rete di soccorso milanese per ebrei e altri perseguitati