English version | Cerca nel sito:

Le ragazze dello swing

la fiction su RaiUno il 27 e 28 settembre

In onda su Raiuno il 27 e 28 settembre alle 21.10 la fiction dedicata al Trio Lescano ideata da Gabriele Eschenazi, che è anche coautore del soggetto. Regia di Maurizio Zaccaro

LE CANTANTI E LA PERSECUZIONE EBRAICA
Furono una domestica e sua figlia, Annetta e Angiolina Boetto, che nel 1942 aiutarono il Trio Lescano e la loro madre Eva a trovare rifugio dalla persecuzione nel Canavese. Lo racconta il libro "Le regine dello swing" di Gabriele Eschenazi (Einaudi) dedicato alla vita di Alessandra, Giuditta e Caterina Lescano.

Le tre cantanti olandesi di origine ebraica dopo aver vissuto oltre sette anni sulla cresta dell'onda nell'Italia fascista furono costrette a darsi alla macchia per evitare di essere catturate dai nazisti con la loro madre. Due domestiche si comportarono da Giuste e le aiutarono. Ma non si tratta di un fenomeno isolato. Come racconta nel libro Liliana Picciotto Fargion del CDEC, sono molti gli episodi di personale di servizio, che anche a rischio della propria vita aiutò molti ebrei a nascondersi o a preservare i propri beni.

L'applicazione delle leggi razziali nel caso del Trio Lescano non fu ferrea, ma tanto bastò per stroncare la carriera di tre cantanti che hanno segnato un'epoca con canzoni senza contenuto politico, ma sufficientemente trasgressive per impensierire il regime molto diffidente verso le novità di costume.

La fiction tv è già stata venduta in 18 Paesi del mondo.

27 settembre 2010

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Shoah

il genocidio degli ebrei

Nel quadro del secondo conflitto mondiale (1939-1945) si compie in Europa il genocidio del popolo ebraico (1941-1945). La “soluzione finale“, sei milioni di ebrei sterminati, è stata preparata da Hitler, salito al potere in Germania nel 1933. A partire dalla pubblicazione del Mein Kampf, Hitler progetta la rivoluzione nazionalsocialista sulla base di un’ideologia razzista.
Nella memoria del popolo ebraico e nella sentenza conclusiva del Tribunale Militare Internazionale, la stima dello sterminio è di 6.000.000 di persone. In realtà gli storici più accreditati, tra cui Raul Hilberg, ritengono che la cifra si aggiri intorno a 5.200.000.

leggi tutto

La storia

Suor Maria Croce Manente

al Piccolo Cottolengo ospitò diversi perseguitati, tra cui cittadini ebrei anziani e malati