English version | Cerca nel sito:

Totalitarismi

Varsavia e l'indipendenza dell'odio

Di seguito proponiamo l'articolo di Francesco Matteo Cataluccio - scrittore e saggista italiano - pubblicato sul Post martedì 14 novembre, in occasione della manifestazione xenofoba e antieuropea che ha riempito le strade di Varsavia nel giorno dell'indipendenza polacca.


"Bach? Un povero orfano tedesco adottato da una grande famiglia ebraica"

Il 27 settembre 2017 è morta a Praga Zusana Ruzickova - celebre musicista - discendente di una ricca e numerosa famiglia cecoslovacca di Pilsen, sopravvissuta al nazismo. Grande interprete di Bach, quando fu deportata in un campo di lavoro portò con sé un piccolo frammento manoscritto dei suoi spartiti.


L'arte post-sovietica di Ilya Kabakov

Nell'opera The Man Who Flew Into Space From His Apartment (l'uomo che fuggì nello spazio dal suo appartamento), l'artista russo nato nel 1933 ha proposto il tema della resistenza dell'individuo alla collettivizzazione e al controllo sociale. Retrospettive su di lui sono in corso a Londra e Washington.


I diari di Stalingrado: le storie di guerra che Stalin censurò perché troppo veritiere

Durante la battaglia più feroce della storia, gli storici sovietici intervistarono oltre 200 soldati dell'Armata Rossa. Oggi, Jochen Hellbeck è diventato il primo storico a leggere le loro storie. Presentiamo l'intervista al professore realizzata da Michal Shapira, lettore senior in Storia e Studi di genere alla Tel Aviv University.


​Il pomo armato della discordia

Nel quartiere praghese di Smíchov, nella piazza intitolata ai Carristi sovietici, su un piedistallo di granito, fa bella mostra di sé un carro armato sovietico in memoria della liberazione di Praga nel maggio 1945.


​Un funerale strettamente sorvegliato

Tra la sua firma di Charta 77 e il suo decesso, Jan Patočka riuscì a lasciare un'impronta morale e intellettuale indelebile al manifesto e al dissenso; una traccia così profonda da superare la fine del regime, cui aveva contribuito in modo sostanziale, per incidere anche sulla costruzione del sistema democratico postrivoluzionario della Repubblica Ceca.


Totalitarismi

la negazione dell'Uomo nel secolo delle ideologie

Nell'esperienza storica del Novecento emergono due fenomeni speculari e produttivi delle peggiori tragedie del secolo: il fascismo - nella sua versione estrema di nazismo - e il comunismo - nella sua versione estrema di stalinismo. 
Entrambi sorretti da una straordinaria e dirompente potenza "ideale" in grado di trasformarsi in forza materiale: l'ideologia, intesa come capacità di fornire una visione complessiva del mondo che spieghi ogni risvolto della vita dell'uomo e gli attribuisca un senso rigidamente inquadrato in quella visione, dalla quale non si può prescindere senza perdere la propria stessa essenza.

leggi tutto

Il libro

La morte rossa

Dario Fertilio

La storia

Emila Plater

la donna soldato