English version | Cerca nel sito:

"Così porterò avanti la mia rivoluzione gentile"

intervista ad Aung San Suu Kyi

La leader del partito d'opposizione birmano e Premio Nobel per la Pace è di nuovo libera dopo 7 anni agli arresti.

In un'intervista al Corriere della Sera ha riflettuto sulle ultime elezioni: "Abbiamo ricevuto segnalazioni di scorrettezze e brogli. Abbiamo in corso un'inchiesta e presto renderemo noti i risultati. Inoltre, ritengo che non sia possibile cancellare con un tratto di penna le consultazioni del 1990".

il premio Nobel vuole lavorare per una rivoluzione pacifica: "Non voglio che nessuno si faccia male, per nessuna ragione al mondo. È stato versato troppo sangue. Quello che desideriamo è la democrazia e il rispetto dei diritti umani".

Il 23 novembre la leader ha potuto riabbracciare il figlio dopo dieci anni.

17 novembre 2010

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Totalitarismi

la negazione dell'Uomo nel secolo delle ideologie

Nell'esperienza storica del Novecento emergono due fenomeni speculari e produttivi delle peggiori tragedie del secolo: il fascismo - nella sua versione estrema di nazismo - e il comunismo - nella sua versione estrema di stalinismo. 
Entrambi sorretti da una straordinaria e dirompente potenza "ideale" in grado di trasformarsi in forza materiale: l'ideologia, intesa come capacità di fornire una visione complessiva del mondo che spieghi ogni risvolto della vita dell'uomo e gli attribuisca un senso rigidamente inquadrato in quella visione, dalla quale non si può prescindere senza perdere la propria stessa essenza.

leggi tutto

Il libro

Arcipelago gulag

Aleksandr Solzhenicyn

Multimedia

Goli Otok, l'isola nuda

realizzato da "Osservatorio Balcani e Caucaso"

La storia

Wolf Biermann

chansonnier tedesco tra est e ovest