English version | Cerca nel sito:

Giusti e Resistenti Morali al Totalitarismo

convegno nazionale

Bologna 22 -23 aprile 2009
Convegno di Storia e Memoria a conclusione dei percorsi didattici attuati dalle scuole superiori della rete nell'anno 2008/2009 con la partecipazione di personalità internazionali. 
Il programma prevede, oltre alla partecipazione delle autorità istituzionali e agli interventi degli studenti, relazioni di oratori internazionali:

Gabriele Nissim: giornalista e scrittore, Presidente di Gariwo
L'originale concezione di V. Grossman dell'uomo Giusto nel totalitarismo: un confronto con la Shoah

Konstanty Gebert: giornalista del quotidiano di Varsavia Gazeta Wyborcza
La festa delle teste alzate venti anni dopo. Il crollo del comunismo: uno sguardo retrospettivo

Violeta Barbu: docente di storia dell'Accademia Romena di Bucarest
Il loro potere viene dalla nostra paura

Il convegno è la conclusione del progetto europeo "I Giusti e la resistenza al totalitarismo" nel cui ambito si è svolto un seminario a Varsavia nel febbraio 2009

25 aprile 2009

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Totalitarismi

la negazione dell'Uomo nel secolo delle ideologie

Nell'esperienza storica del Novecento emergono due fenomeni speculari e produttivi delle peggiori tragedie del secolo: il fascismo - nella sua versione estrema di nazismo - e il comunismo - nella sua versione estrema di stalinismo. 
Entrambi sorretti da una straordinaria e dirompente potenza "ideale" in grado di trasformarsi in forza materiale: l'ideologia, intesa come capacità di fornire una visione complessiva del mondo che spieghi ogni risvolto della vita dell'uomo e gli attribuisca un senso rigidamente inquadrato in quella visione, dalla quale non si può prescindere senza perdere la propria stessa essenza.

leggi tutto

La storia

Kang Chol-hawan

giornalista coreano fuggito da un gulag della Corea del Nord