English version | Cerca nel sito:

Nobel, sedia vuota per Liu Xiaobo

nessuno rappresenterà il vincitore

Il Nobel per la Pace non potrà essere consegnato: il 10 dicembre ad Oslo nessuno potrà ritirare la medaglia e l'assegno da 1,5 milioni di dollari vinto dal firmatario di Charta '08 Liu Xiaobo. Vuoto il posto del dissidente per denunciare il grave comportamento di Pechino che detiene lui e la moglie.

Liu Xiaobo non ha avuto il permesso di ritirare il premio e il visto è stato negato anche ai suoi familiari. Dallo scorso 8 ottobre anche sua moglie Liu Xia è agli arresti domiciliari, in questi giorni sono stati fermati i suoi due fratelli.

Pechino ha minacciato "ritorsioni commerciali" contro i Paesi che parteciperanno alla Cerimonia. Sono già cinque le nazioni che hanno ceduto al ricatto: Russia, Iraq, Marocco, Kazakhstan e Cuba, mentre altre sedici nazioni non hanno nemmeno risposto all'invito.

30 novembre 2010

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Totalitarismi

la negazione dell'Uomo nel secolo delle ideologie

Nell'esperienza storica del Novecento emergono due fenomeni speculari e produttivi delle peggiori tragedie del secolo: il fascismo - nella sua versione estrema di nazismo - e il comunismo - nella sua versione estrema di stalinismo. 
Entrambi sorretti da una straordinaria e dirompente potenza "ideale" in grado di trasformarsi in forza materiale: l'ideologia, intesa come capacità di fornire una visione complessiva del mondo che spieghi ogni risvolto della vita dell'uomo e gli attribuisca un senso rigidamente inquadrato in quella visione, dalla quale non si può prescindere senza perdere la propria stessa essenza.

leggi tutto

Multimedia

Aleksandr Solženicyn, mio padre

un ricordo del grande scrittore russo

La storia

Lech Kaczynski

membro della direzione di Solidarnosc