Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Russia, in manette centinaia di oppositori

dopo le elezioni

Putin ha accolto la sua "vittoria" con lacrime commosse. Non tutti i russi hanno avuto la stessa reazione di gioia ma chi ha osato manifestare è stato arrestato. 

I manifestanti sono scesi in piazza Pushkin a Mosca e  si sono scontrati con gli agenti in tenuta anti sommossa che hanno arrestato più di 500 persone, tra cui il leader dell'opposizione Alexei Navalny, il leader del fronte di sinistra, Sergei Udaltsov, l'attivista di Solidarnost, Ilya Yashin (già in carcere con Navalny a dicembre), e la leader ecologista Evghenia Chirikova. I primi due hanno poi fatto sapere di essere stati liberati.


Numerosi altri oppositori sarebbero poi stati fermati lungo via Tverskaya, mentre cercavano di scendere in un corteo non autorizzato verso il Cremlino.

6 marzo 2012

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Le proteste a Mosca

Il 5 marzo 2012

Totalitarismi

la negazione dell'Uomo nel secolo delle ideologie

Nell'esperienza storica del Novecento emergono due fenomeni speculari e produttivi delle peggiori tragedie del secolo: il fascismo - nella sua versione estrema di nazismo - e il comunismo - nella sua versione estrema di stalinismo. 
Entrambi sorretti da una straordinaria e dirompente potenza "ideale" in grado di trasformarsi in forza materiale: l'ideologia, intesa come capacità di fornire una visione complessiva del mondo che spieghi ogni risvolto della vita dell'uomo e gli attribuisca un senso rigidamente inquadrato in quella visione, dalla quale non si può prescindere senza perdere la propria stessa essenza.

leggi tutto

Multimedia

Aleksandr Solženicyn, mio padre

un ricordo del grande scrittore russo

La storia

Mario Borsa

Il giornalista con la schiena dritta, antifascista, difensore della libertà e indipendenza dell'informazione