English version | Cerca nel sito:

Tribunali penali internazionali

Il Rwanda amministra il primo processo per genocidio

È il caso del pastore Jean-Bosco Uwunkindi, accusato di aver fatto uccidere 2000 tutsi e hutu moderati rifugiatisi nella sua chiesa. Era sotto processo ad Arusha, ma la Corte ONU sta per cessare la sua attività e i giudizi vengono trasferiti ai tribunali nazionali. Yolande Mukagasana a Gariwo: "È un passo importante per le vittime".  


Prima estradizione dalla Francia per il genocidio rwandese

È la prima volta che un tribunale francese, la Corte penale di Rouen, permette l'estradizione in Rwanda di un imputato per il genocidio del 1994. Si tratta del 51enne Claude Muhaymana, che però nega ogni addebito e mette in discussione l'imparzialità dei giudici rwandesi. L'Eliseo deve ancora pronunciarsi. 


Corte penale internazionale, la prima condanna

La Corte penale internazionale ha riconosciuto colpevole per crimini di guerra Thomas Lubanga che ha utilizzato bambini soldato nella guerra del Congo, tra il 1998 e il 2003.


Cambogia, carcere a vita per il compagno Duch

In appello il responsabile del terribile carcere S-21 è  stato condannato all'ergastolo perché "i crimini commessi sono tra i peggiori registrati nella storia dell'uomo".


Mugesera estradato dal Canada e rimpatriato in Rwanda

Mugesera è stato vice-presidente della prefettura di Gisenyi, nel nord del Paese, e militante nel partito dell'ex capo di Stato Juvenal Habyarimana. È accusato di incitamento al genocidio.


Laurent Gbagbo in carcere su mandato della CPI

L'ex Presidente ivoriano è stato incarcerato per "responsabilità indiretta" negli "atti inumani" compiuti sui civili dai suoi miliziani tra fine 2010 e inizio 2011. I gruppi per i diritti umani temono una "giustizia dei vincitori" contro l'ex leader sconfitto dalle urne e dalle decisioni della comunità internazionale. Il procuratore della Corte Penale Moreno Ocampo replica: "Sarò imparziale". 


Tribunali penali internazionali

uno strumento per processare i crimini contro l'Umanità

Già agli inizi del ventesimo secolo le potenze vincitrici della prima guerra mondiale avevano incaricato una “Commissione Alleata” di studiare l’istituzione di una “Corte Internazionale di giustizia penale” per punire i crimini contro le “leggi di umanità”, ma il progetto era fallito, schiacciato dalle superiori esigenze diplomatiche.
La prima esperienza significativa di Tribunale sovranazionale, pur se militare e non civile, è quella della Corte di Norimberga per i crimini commessi dai nazisti, costituita dalle potenze vincitrici della Seconda guerra mondiale. Un analogo tribunale fu istituito per le stesse finalità a Tokyo.

leggi tutto

Multimedia

Il processo Eichmann

le riprese del dibattimento