Gariwo: la foresta dei Giusti GariwoNetwork

English version | Cerca nel sito:

Assad ha commesso crimini contro l'umanità

secondo "Commissione Giustizia Internazionale e Responsabilità"

Bashar al-Assad in un'apparizione pubblica in una scuola a Damasco

Bashar al-Assad in un'apparizione pubblica in una scuola a Damasco SANA via AP

La Commission for International Justice and Accountability (CIJA) è formata da investigatori ed esperti legali che precedentemente hanno lavorato nei tribunali internazionali della ex Jugoslavia e del Rwanda. 

Negli ultimi tre anni, secondo Guardian e Frankfurter Allgemeine Zeitung, hanno lavorato a una missione rischiosa: portare fuori dalla Siria i documenti che inchiodano Bashar al Assad. Ne è uscito un file di 389 pagine di prove sui crimini commessi dal dittatore siriano e da 24 alti ufficiali del suo regime. 

Il lavoro della Commissione è decisamente rischioso. Un investigatore è stato ucciso, un altro gravemente ferito e diversi collaboratori sono stati incarcerati e torturati. La Commissione, finanziata da Regno Unito, Stati Uniti, Unione Europea Germania, Svizzera, Norvegia, Canada, Danimarca e altri Paesi, si sta ora occupando della condotta in guerra sia del regime che dei gruppi di opposizione estremisti, portando alla luce la soppressione del dissenso, le incarcerazioni, le uccisioni e torture contro le migliaia di detenuti nelle carceri siriane e dettagliate informazioni sulla catena di comando del regime siriana. 

Uno dei membri, che il Guardian chiama con lo pseudonimo di Adel per proteggerlo, ha dichiarato: "Il lavoro ha causato enorme stress alla mia famiglia, costringendomi ad assenze prolungate e a una vita nella paura. Ma credo ancora nella causa della giustizia, e spero un giorno di poter vedere una corte che giudichi le alte cariche siriane inchiodandole alle proprie responsabilità per i crimini commessi". 

Nella sede centrale della CIJA, segreta per ragioni di sicurezza, il materiale archiviato va ben oltre quelle 389 pagine che già basterebbero a provare le colpe del regime siriano. Si parla di 470.000 video testimonianze e di oltre un milione di pagine concernenti la struttura gerarchica del sistema politico, militare e giudiziario siriano. 

15 maggio 2015

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Tribunali penali internazionali

uno strumento per processare i crimini contro l'Umanità

Già agli inizi del ventesimo secolo le potenze vincitrici della prima guerra mondiale avevano incaricato una “Commissione Alleata” di studiare l’istituzione di una “Corte Internazionale di giustizia penale” per punire i crimini contro le “leggi di umanità”, ma il progetto era fallito, schiacciato dalle superiori esigenze diplomatiche.
La prima esperienza significativa di Tribunale sovranazionale, pur se militare e non civile, è quella della Corte di Norimberga per i crimini commessi dai nazisti, costituita dalle potenze vincitrici della Seconda guerra mondiale. Un analogo tribunale fu istituito per le stesse finalità a Tokyo.

leggi tutto

Multimedia

Il processo Eichmann

le riprese del dibattimento