Gariwo
https://it.gariwo.net/testi-e-contesti/africa/bosco-ntaganda-si-consegna-a-kigali-8338.html
Gariwo

Bosco Ntaganda si consegna a Kigali

è accusato di aver arruolato bambini soldato

Il ricercato numero 1 della Corte Penale Internazionale per i crimini di guerra commessi nel Congo orientale Bosco Ntaganda si è consegnato all'ambasciata americana di Kigali. Ex membro del Fronte Patriottico Ruandese, di cui era entrato a far parte a soli 17 anni, il generale era noto per avere frequentato le più alte autorità del Congo fin quando la delusione per il Presidente Joseph Kabila l'aveva spinto a fondare il gruppo ribelle M23. 

Questo movimento, che prende il nome dagli accordi del 23 marzo 2009 che contenevano misure per comporre il conflitto con la componente etnica tutsi inglobata nei confini congolesi, è stato accusato di avere arruolato bambini soldato, trafficato minerali "sporchi" e commesso molti altri crimini nella regione del Nord Kivu, devastata dalle violenze soprattutto sulle donne e sui minori. 


Ntaganda, inseguito da un mandato d'arresto de L'Aja, si era rifugiato in Ruanda, Paese da più parti accusato di sostenere il gruppo di ribelli. La questione è complessa perché evoca l'immagine già presente nel vissuto di altri conflitti di un popolo un tempo colpito da un genocidio che non manca di compiere violenze su altri popoli. 


Rimane la questione: perché Bosco Ntaganda si è arreso volontariamente visto che rischia un processo per arruolamento di bimbi soldato, stupri, persecuzioni etniche e omicidi? Che cosa si è mosso nei delicati equilibri della politica africana? Come cambia la percezione della giustizia internazionale, spesso accusata di intervenire solo contro protagonisti delle lotte di questo continente?

20 marzo 2013

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati