Gariwo
https://it.gariwo.net/testi-e-contesti/genocidio-rohingya/aung-san-suu-kyi-annuncia-un-maggiore-impegno-per-i-rohingya-15567.html
Gariwo

Aung San Suu Kyi annuncia un maggiore impegno per i rohingya

nel suo primo discorso all'ONU da leader

Aung San Suu Kyi è stata protagonista per oltre 20 anni di una lotta nonviolenta per la democrazia capace di ispirare film, musica, libri e di costituire un esempio per milioni di giovani. 

Negli ultimi anni era stata tuttavia criticata per non avere difeso a sufficienza i rohingya, un popolo discriminato e ridotto a essere apolide e senza diritti, che la maggior parte dei birmani reputa essere formato da migranti illegali del Bangladesh, nonostante migliaia di membri di questa comunità siano autoctoni del Myanmar. 

Secondo l'agenzia Reuters, il 22 settembre 2016, parlando all'Assemblea dell'ONU per la prima volta come leader eletta del Paese dove ha anche sofferto il carcere e gli arresti domiciliari per lottare per la democrazia, Aung San Suu Kyi ha risposto nel merito di questa delicata questione, dichiarando che il Paese non teme il giudizio della comunità internazionale, ma anzi "ne sollecita la comprensione e il contributo costruttivo". "Siamo impegnati per una soluzione sostenibile che porti a pace, stabilità e sviluppo per tutte le comunità che risiedono nel nostro Stato", ha aggiunto. 

Ha poi annunciato la creazione di una speciale commissione dei diritti umani diretta dall'ex Segretario Generale dell'ONU Kofi Annan, con un mandato comprendente i diritti fondamentali e le questioni di sicurezza. Per stabilire questo ente si è impegnata anche a confrontarsi con una "persistente opposizione" di alcuni ambienti. Ma saremo fermi contro le forze del pregiudizio e dell'intolleranza, e riaffermeremo la nostra fede nei diritti umani, nella dignità e nel valore della persona umana", ha concluso. 

Il giornale online Channel News Asia fa osservare che ai rohingya era stato tolto il diritto di voto, e quindi non hanno potuto partecipare alle elezioni che hanno consacrato Aung San Suu Kyi quale leader della Birmania avviata sulla strada della democrazia.

28 settembre 2016

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati