Gariwo
https://it.gariwo.net/testi-e-contesti/memoria/la-cultura-al-servizio-della-memoria-7916.html
Gariwo

La cultura al servizio della memoria

quando l'arte tratta dei Giusti e dei genocidi

Il 2013 si apre con tre importanti eventi culturali nel campo della Memoria.

Il 23 gennaio al Palazzo di Vetro, la sede centrale delle Nazioni Unite di New York, verrà proiettato il film The Rescuers, sui Giusti nella Shoah e sul "mistero della bontà di fronte al pericolo". Lo storico britannico Sir Martin Gilbert, una delle massime autorità sull'Olocausto a cui è sopravvissuto in prima persona, accompagna la superstite del genocidio ruandese Stephanie Nyombayire alla scoperta di figure come Varian Fry, Chiune Sugihara, Raoul Wallenberg, Aristide de Sousa Mendes e il Console Carl Lutz. 

Quest'anno partono anche i lavori per completare il Museo della Shoah di Roma, che avrà sede a Villa Torlonia, un'ex residenza di Mussolini. Nel sito dell'Ente si legge fra l'altro: "Con il Museo della Shoah la capitale si affiancherà a grandi città come Gerusalemme, Washington, Berlino, Londra e Parigi che già ne possiedono, e contribuirà a mantenere viva nel sentimento popolare la memoria e il monito di una delle peggiori tragedie della storia umana". Gli architetti italiani che hanno progettato il Museo-Memoriale nella capitale, Luca Zevi e Giorgio Tamburini, lo scorso anno erano stati invitati a presentare il progetto di progettazione museale al Memoriale della Shoah di Berlino. 

Infine, la cittadina di Sarno dedica una speciale mostra ai bambini deportati nella Shoah. "Disegnatori, fumettisti e vignettisti, italiani e stranieri, interpretano col disegno la tragedia dello sterminio dei bambini ebrei nei campi di concentramento nazisti". Fino al 27 gennaio al Museo Archeologico di via Cavour, 9 sarà possibile visionare "illustrazioni, vignette e fumetti con contributi inediti di Brindisi, Di Bernardo, Fogliazza, Moriconi, Pannullo, Staino, Toninelli e Zapparoli, due percorsi di tavole illustrate tratte dai libri L'albero di Anne e Il volo di Sara e sette tavole inedite disegnate da giovani illustratori stranieri di Fabrica e ispirate alle poesie dei bambini deportati nel campo di concentramento di Theresienstadt".


8 gennaio 2013

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati