Museo del Genocidio Armeno

immagine per Museo del Genocidio Armeno

Il Museo del Genocidio Armeno di Yerevan e l’Istituto ad esso connesso fanno parte del complesso del Memoriale di Tsitsernakaberd, la Collina delle Rondini che domina la città. Inaugurato nel 1967 il complesso è composto dal Sacrario a forma circolare che custodisce la fiamma perenne, dall’obelisco segnato da una profonda frattura che simboleggia la parte ferita  dell’Armenia storica e l’Armenia rinata, dal Muro della memoria che custodisce le ceneri  o la terra tombale dei Giusti per gli Armeni. Il complesso è meta di pellegrinaggio delle famiglie armene, degli studenti delle scuole e degli istituti universitari, dei visitatori stranieri. Il Museo e l’Istituto, fondato quest’ultimo nel 1995 con l’obiettivo di incrementare la conoscenza dei fatti storici e di diffondere la sensibilità per il tema del genocidio negato sino ad oggi dalla Turchia, svolgono una intensa attività culturale e di ricerca  scientifica, anche in collaborazione con l’Accademia delle Scienze e l’Archivio  Nazionale di Yerevan. Numerose le pubblicazioni sul tema del genocidio e dei “Giusti per gli Armeni”, l’organizzazione di convegni e seminari, l’istituzione di borse di studio per i giovani ricercatori. Lo scopo dichiarato dell’Istituto è di tenere  viva la memoria del passato  per poter costruire un futuro  di libertà e convivenza democratica tra i popoli.

preview

Produzioni multimediali per presentare personaggi, storie, luoghi, eventi che hanno segnato la storia dell'Europa e delle regioni ai suoi confini.
Interviste, film, documentari, mostre, trailer.

preview

Documenti in originale riprodotti per la consultazione.
Fonti autografe, lettere, diari, dediche, fotografie, frontespizi, articoli d'epoca, messaggi, fonogrammi, autorizzazioni e ordini governativi, militari e amministrativi, altri reperti archivistici.

Wefor è il sito dedicato alle figure di resistenza morale ai totalitarismi. I Giardini virtuali dei Giusti d'Europa e la sezione didattica YouFor sono l’anima di questo progetto realizzato da Gariwo, la foresta dei Giusti. Con l’istituzione della Giornata europea dei Giusti da parte del Parlamento di Bruxelles, Wefor ha trovato il suo più alto riconoscimento.