Dusko Kondor (1947 - 2007)

Dusko Kondor (1947 - 2007)

Duško Kondor nasce a Bijeljina subito dopo la guerra e cresce nella federazione jugoslava sotto il regime di Tito. Professore di filosofia, sociologia e scienze politiche alla scuola superiore "Mihajlo Pupin" di Bijeljina, è chiamato a deporre al Tribunale contro i crimini di guerra perpetrati dai nazionalisti serbi come testimone oculare delle atrocità scatenatesi nel corso del conflitto del 1993, quando aveva assistito dalla finestra di casa all'eccidio di 26 musulmani, tra cui diversi bambini. Le sue testimonianze gli procurano numerose minacce di morte, e benché si rivolga più volte alla polizia locale, non riceve alcuna protezione. Il 22 febbraio 2007 viene ucciso da una raffica sparata contro i vetri del suo appartamento. Solo per miracolo si salvano la moglie e due figlie.

Il 24 febbraio, dopo il funerale, i suoi studenti manifestano pacificamente la propria indignazione per questo brutale assassinio, confermando la ferma volontà di proseguire sulla strada da lui tracciata e onorare i suoi insegnamenti, per opporsi all'ingiustizia e difendere sempre la verità. Un messaggio di protesta viene indirizzato al Ministero della Giustizia e degli Interni e al Presidente della Repubblica Srpska, per la mancata protezione a Kondor dopo le minacce di morte.

Amnesty International e le altre organizzazioni internazionali presenti in Bosnia-Erzegovina hanno fermamente condannato il brutale assassinio e chiesto alle autorità un'inchiesta immediata e imparziale per individuare e arrestare i responsabili.

La moglie e le figlie hanno lasciato la Bosnia per motivi di sicurezza, ottenendo asilo politico in Svizzera.

  • Tanja Sekulic ricorda Dusko Kondor

    Testimonianza del 5 maggio 2009, dopo l'intervento in Sala Alessi, al Comune di Milano. Dusko Kondor è ...
preview

Istituti di ricerca privati e pubblici, associazioni culturali, musei, memoriali, dedicati alla memoria e alla storia del proprio passato e dell'Europa, divisi per nazione.
Recapiti,  link e immagini.

preview

Documenti in originale riprodotti per la consultazione.
Fonti autografe, lettere, diari, dediche, fotografie, frontespizi, articoli d'epoca, messaggi, fonogrammi, autorizzazioni e ordini governativi, militari e amministrativi, altri reperti archivistici.

Wefor è il sito dedicato alle figure di resistenza morale ai totalitarismi. I Giardini virtuali dei Giusti d'Europa e la sezione didattica YouFor sono l’anima di questo progetto realizzato da Gariwo, la foresta dei Giusti. Con l’istituzione della Giornata europea dei Giusti da parte del Parlamento di Bruxelles, Wefor ha trovato il suo più alto riconoscimento.