English version | Cerca nel sito:

La Regione Lombardia onora Vincenzo Baccalà

targa alla famiglia in memoria di una vittima italiana di Stalin

Parisina Baccalà riceve la targa dal Presidente Formigoni. Seduta la sorella Elvira

Parisina Baccalà riceve la targa dal Presidente Formigoni. Seduta la sorella Elvira

27 giugno 2007 ore 18.30 Palazzo della Regione

Il Presidente Formigoni, alla presenza di Gabriele Nissim e Pietro Kuciukian in rappresentanza del Comitato per la Foresta dei Giusti, consegna una targa alla famiglia in memoria di Vincenzo Baccalà, vittima delle purghe staliniane, e della moglie Pia Piccioni, per la sua battaglia in difesa dell'onore del marito, comunista italiano rifugiatosi in Urss come antifascista e fucilato a Odessa nel 1937 con l'accusa di tradimento.

Testo della targa
Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia in memoria della madre Pia Piccioni e delle battaglie per la verità e per la memoria di Vincenzo Baccalà e di tutte le altre vittime dello stalinismo
Una bambina contro Stalin

Una lapide a San Pietroburgo

27 giugno 2007

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Gulag

i lager sovietici

Gulag è l’acronimo, introdotto nel 1930, di Gosudarstvennyj Upravlenje Lagerej (Direzione centrale dei lager).
Nel 1918, con l’inizio della guerra civile, fu creata una vasta rete di campi di concentramento per gli oppositori politici della neonata Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche (URSS). Nel 1919 venne creata la sezione lavori forzati. Il lavoro coatto era previsto come mezzo di redenzione sociale dalla stessa costituzione sovietica. Oltre alla funzione economica e punitiva, alcuni lager ebbero anche la funzione di eliminazione fisica dei deportati.

leggi tutto

Il libro

La morte rossa

Dario Fertilio

La storia

Pavel Aleksandrovič Florenskij

genio multiforme, uomo profondamente spirituale, vittima della repressione staliniana