Gariwo
https://it.gariwo.net/testi-e-contesti/dittature-america-latina/l-argentina-e-l-operazione-condor-8311.html
Gariwo

L'Argentina e l'Operazione Condor

ergastolo per Reynaldo Bignone

Ergastolo per Reynaldo Bignone, dittatore argentino dal 1982 al 1983. L'uomo è stato condannato per 23 crimini contro l'umanità commessi al Campo de Mayo, la base mlitare utilizzata come centro di detenzione e tortura degli oppositori politici.

Dal campo passarono più di 5.000 prigionieri, molti dei quali erano donne in stato di gravidanza, a cui vennero sottratti i bambini una volta nati, per essere affidati a famiglie vicine al regime. Nel 2010 Bignone era stato condannato dalla Corte di Buenos Aires a 25 anni di reclusione per gli omicidi e le torture di prigionieri politici, sentenza alla quale si era aggiunta la condanna del 2012 a 15 anni di carcere per rapimento e sottrazione di identità nei confronti dei figli dei desaparecidos.

"Il curato", come era chiamato Bignone per la sua devozione alla Chiesa Cattolica, è stato ora ritenuto colpevole, dal Tribunale federale di San Martin, di sequestri, torture e sparizioni forzate. Insieme a Bignone sono stati condannati all'ergastolo anche altri militari coinvolti nei crimini di Campo de Mayo: Santiago Riverso, Luis Sadi Pepa, Eduardo Corrado e Carlos Macedra.

La sentenza è arrivata pochi giorni dopo l'inizio di un processo storico, volto a stabilire le responsabilità e la cooperazione tra le dittature di Argentina, Brasile, Cile, Paraguay, Perù e Uruguay nell'ambito del Piano Condor, adottato dai regimi sudamericani degli anni '70 e '80 per eliminare gli oppositori. Durante questa Operazione, le dittature chiedevano la cattura, l'estradizione o l'uccisione dei propri dissidenti nel territorio degli altri regimi, e in certe occasoni i militari dei paesi partecipavano congiuntamente ai sequestri e alle torture.

Bignone è uno dei 25 imputati di questo processo, tra cui figurano anche Jorge Videla (dittatore argentino dal 1976 al 1981), Luciano Benjamin Menendez (militare argentino noto come "la Hyena", responsabile dei campi di detenzione) e l'ex militare uruguayano Manuel Cordero. Unico assente, l'ex dittatore peruviano Francisco Morales Bermudez, in quanto la Corte Suprema del Perù ha negato l'estradizione chiesta dall'Argentina.

Il processo si è aperto il 5 marzo a Buenos Aires e durerà circa due anni, con più di 500 testimoni chiamati a deporre.

15 marzo 2013

Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene

Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Per iscriverti compila i campi sottostanti e clicca su iscrizione.




Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla privacy e i termini di servizio di Google.

Grazie per aver dato la tua adesione!

Contenuti correlati