English version | Cerca nel sito:

Persecuzioni > Genocidio armeni

Memorie dei sopravvissuti e analisi storica

Il genocidio armeno nelle testimonianze individuali e nella ricostruzione dei fatti storici, con uno sguardo ai Giusti, che non rimasero indifferenti ai massacri, e alla situazione del patrimonio artistico armeno in Turchia. Se ne è parlato in un convegno a Milano nel centesimo anniversario dello sterminio. 


Persecuzioni > Genocidio armeni

​La via Hrant Dink a Gezi Park

Dogan Akhanli è uno scrittore turco-tedesco che ha sfidato la giustizia turca parlando genocidio armeno in molti suoi scritti e denunciando l'omicidio del giornalista Hrant Dink. Ecco una sua riflessione su questi temi, sul negazionismo turco e sulle speranze nate a Gezi Park. 


Persecuzioni > Genocidio armeni

Il negazionismo va combattuto nella scuola

Il negazionismo del genocidio armeno non potrà essere superato se non cambia la formazione scolastica, basata su invenzioni e falsità, dice Aldo Ferrari, armenista all'Università Ca' Foscari di Venezia. Negli ultimi anni è cresciuta l'attenzione al recupero del grande patrimonio culturale armeno in Turchia.


Persecuzioni > Genocidio armeni

I Giusti armeni al Giardino di Milano

Molte sono le figure di Giusti che si sono opposti al Metz Yeghern, il "Grande Male", genocidio degli armeni che ha avuto inizio 100 anni fa, onorate al giardino del Monte Stella.


Persecuzioni > Genocidio armeni

Genocidio armeno - le iniziative

A cento anni dal Metz Yeghern, il "Grande Male" che colpì il popolo armeno, numerose città ricordano con mostre, incontri, letture e convegni il genocidio compiuto dai Giovani Turchi. Ecco il calendario degli eventi previsti per celebrare tale ricorrenza.


Persecuzioni > Genocidio armeni

Nuova sede per la Hrant Dink Foundation

In coincidenza con il 100esimo anniversario del genocidio armeno la Hrant Dink Foundation ha inaugurato una nuova sede a Istanbul, che darà risalto all'eredità culturale del popolo armeno. Il centro ospita anche la redazione del settimanale Agos, fondato e diretto dal giornalista turco-armeno Hrant Dink, ucciso nel 2007.


Persecuzioni > Genocidio armeni

Davide e Golia nel Caucaso

La guerra di logoramento tra Armenia ed Azerbaijan nella regione del Nagorno-Karabakh reclama ancora delle vite. Una recente visita in quei luoghi pone delle questioni circa gli stretti rapporti tra Azerbaijan e Israele. L'esperienza di Yair Auron.


Persecuzioni > Genocidio armeni

"Il primo genocidio del Novecento"

Con l'avvicinarsi del centesimo anniversario del Metz Yeghern, papa Francesco ha aperto l’omelia di domenica 12 aprile in San Pietro ricordando, con le parole di Giovanni Paolo II, lo sterminio degli armeni come “primo genocidio del Novecento”.


Persecuzioni > Genocidio armeni

"Non in nostro nome"

Il manifesto firmato da intellettuali, laici e religiosi, ebrei e cristiani, in segno di solidarietà con il popolo armeno, Papa Francesco e il Catholicos. Gabriele Nissim e Gariwo sostengono il manifesto.


Persecuzioni > Genocidio Cambogia

Cambogia, 40 anni dopo

Il 17 aprile di quarant’anni fa i Khmer Rossi di Pol Pot entrarono a Phnom Penh, dando inizio al genocidio cambogiano che causò quasi due milioni di vittime. A nove anni dall'insediamento della Corte chiamata a giudicare tali crimini, a che punto è la giustizia internazionale?


Persecuzioni > Genocidio Rwanda

Per un Giardino dei Giusti in Rwanda

Yolande Mukagasana, fondatrice di GARIRWA e testimone infaticabile del genocidio rwandese onorata nel Giardino dei Giusti di Milano, ha tenuto una cerimonia a Kigali per commemorare i 21 anni dalla tragedia e programmare la creazione del Giardino dei Giusti nel Paese. 


Centenario genocidio armeno

Metz Yeghern, il "Grande Male"

Nel quadro del primo conflitto mondiale si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno, il primo del XX secolo, compiuto dal governo "dei Giovani Turchi".


L'intervista

Intervista a Pietro Kuciukian

Pietro Kuciukian, console onorario d'Armenia in Italia e cofondatore di Gariwo, sulle celebrazioni per questa importante ricorrenza e la sua ricerca sulle figure dei Giusti turchi ottomani che aiutarono gli armeni durante il genocidio nel 1915.


Il libro

Un Giusto contro l'indifferenza

A cento anni dal Genocidio Armeno esce il nuovo libro del presidente di Gariwo su Armin T. Wegner, il primo e più importante testimone dello sterminio del popolo armeno. Giusto per gli armeni e per gli ebrei, lo scrittore tedesco ha inviato una lettera di protesta a Hitler che ha segnato la sua esistenza. Torturato dalla Gestapo e costretto all'esilio, ha passato in Italia, tra Roma, Positano e Stromboli, il resto della vita.


La recensione

Il rumore delle perle di legno

Ultimo capitolo della trilogia iniziata con La masseria delle allodole e proseguita con La strada di Smirne, questo romanzo, a differenza dei precedenti, è più intimo e personale. L’autrice ripercorre la propria infanzia dal '45, poco prima della fine della guerra, attraverso ricordi che riaffiorano alla sua memoria, richiamati da odori, musiche, sensazioni. Recensione di Tea Camporesi


Il film

Dopo La sposa turcaAi confini del Paradiso, il regista tedesco, di origine turca, torna con un film dedicato al "diavolo" e al genocidio armeno. Il protagonista è strappato con violenza dalle sue radici e dalla sua famiglia nel 1915 e per restituire un valore alla sua vita è costretto ad allontanarsi dal suo Paese e dalle sue tradizioni, alla ricerca delle sue figlie.


Flash News: